Cronaca

Coronavirus, avviato lo screening promosso da Farmacie Comunali

La campagna è partita nella mattinata di martedì 16 marzo dalla Farmacia Comunale n. 4 del Cep: dopo la prenotazione, si può scegliere tra tampone rapido e test sierologico. Anche il sindaco Conti si è sottoposto all'esame

Oltre 100 prenotazioni in poche ore e la percezione che nella popolazione ci sia un forte senso di responsabilità unito alla volontà di tutelarsi attraverso uno screening affidabile. E' questa la fotografia che il direttore della Farmacia Comunale n. 4, Francesco Lorenzini, scatta nella mattinata di martedì 16 marzo, data di inizio del progetto di monitoraggio della popolazione promosso da Farmacie Comunali di Pisa. Il camper attrezzato della Poli Pain Clinic (società con personale multidisciplinare specializzata nella terapia del dolore) parcheggiato in Piazzale Donatello, al Cep, in pochissimo tempo ha somministrato oltre 50 tra tamponi rapidi e test sierologici agli utenti che si erano precedentemente prenotati.

"Principalmente viene richiesto il tampone - spiega Lorenzini - siamo soddisfatti dell'avvio della campagna, perché traduciamo in pratica ciò che il servizio della farmacia dovrà diventare nel prossimo futuro: un centro di servizi multidisciplinari per la cittadinanza, un presidio del territorio. La popolazione non è soltanto un insieme di clienti: sono soggetti con differenti necessità che nelle figure dei farmacisti deve riscontrare affidabilità, sicurezza e preparazione". Nella prima mattinata di test, su oltre 50 tamponi rapidi, sono state riscontrate 4 positività: "Una percentuale molto bassa - spiegano l'infermiera Antonella Scocca, il braccio operativo sul campo della Poli Pain Clinic, e l'amministratore di Farmacie Comunali Andrea Porcaro D'Ambrosio - i referti sono già inseriti nella rete regionale e i soggetti verranno immediatamente contattati dai rispettivi medici curanti per la prenotazione del tampone molecolare, lo strumento indispensabile per la conferma dell'effettiva positività al Covid".

In fila, tra i cittadini che si sottopongono allo screening, c'è anche il sindaco Michele Conti. "Ho aderito alla campagna di screening con grande senso di responsabilità e anche gratitudine - commenta il primo cittadino - nei confronti di Farmacie Comunali, che offre un nuovo servizio molto importante in questa fase della nostra vita. Si tratta di un’iniziativa lodevole e utile che si aggiunge all’attività della sanità territoriale per individuare i positivi e isolarli".

"In attesa che decolli la vaccinazione di massa, speriamo presto e senza ulteriori intoppi, è importante continuare a tenere comportamenti corretti e virtuosi" aggiunge Conti, prima di snocciolare alcuni dati di stretta attualità che evidenziano l'andamento del contagio all'interno dei confini comunali. "A Pisa siamo sotto la soglia dei 250 casi su 100mila abitanti: nell’ultima settimana l’incidenza del numero di casi su 7 giorni oscilla fra i 175 e i 170. Nel nostro ospedale cittadino l'Aoup accoglie oggi 95 degenti di cui 70 ricoverati in aree ordinarie e 25 ricoverati in aree intensive. Per evitare di ripiombare nella zona rossa, che sarebbe un ulteriore mazzata per l’economia cittadina e per l’organizzazione familiare fra lavoro e didattica a distanza, dobbiamo tutti stringere ancora i denti e compiere un ulteriore sforzo per contenere la diffusione del virus".

Nei prossimi giorni Farmacie Comunali stilerà le prossime tappe dello screening, "che toccherà tutti i quartieri e le zone del Comune - sottolinea l'amministratore Porcaro D'Ambrosio - svolgeremo i test negli ambulatori convenzionati e nelle stanze di autoanalisi presenti in tutte le Farmacie Comunali. I nostri servizi dovranno integrarsi sempre di più con le esigenze del territorio e le richieste degli utenti".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, avviato lo screening promosso da Farmacie Comunali

PisaToday è in caricamento