Croci rovesciate e simboli fallici sulla chiesa di San Giovanni al Gatano

La scritte sono comparse sulla facciata dell'edificio nella notte tra venerdì e sabato. Sulla vicenda indagano i Carabinieri

Croci rovesciate e simboli fallici. Sono quelli comparsi sulla facciata della chiesa di San Giovanni al Gatano, a Porta a Mare, nella notte tra venerdì 15 e sabato 16 settembre. Un atto vandalico e di inciviltà su cui indagano i Carabinieri. Sul posto anche gli agenti della Municipale. Volontari subito al lavoro per cancellare tutti i segni lasciati dai vandali con la vernice spray.

La vicenda ha comunque suscitato diverse reazioni. "Vergogna ed indignazione per un atto criminale che colpisce una comunità parrocchiale - scrive su Facebook l'assessore Andrea Serfogli - una comunità cittadina e la memoria di un intera città. La chiesa di San Giovanni al Gatano porta ancora la ferita dei tragici bombardamenti dell'agosto del 43. Il parroco e la comunità a cui va la più sentita solidarietà si sono prontamente attivati per risarcire questa vergognosa ferita".

Sulla vicenda interviene anche il consigliere comunale di Forza Italia, Riccardo Buscemi, che parla di "ennesimo atto di sfregio alla nostra città e ad un luogo simbolo della memoria collettiva cittadina, della ferita, ancora aperta dopo 74 anni, dei gravi bombardamenti subiti da Pisa. Bombardamenti che hanno visto proprio il quartiere di Porta a Mare pagare il tributo di sangue più elevato. Dobbiamo perciò urlare tutta la nostra indignazione eattivarci e sostenere il ripristino della situazione di decoro della chiesa. Esorto le forze dell’ordine ad indagare per individuare i responsabili".

"Sono ormai due anni - dichiara il responsabile Confesercenti area pisana Simone Romoli - che i nostri uffici si sono trasferiti in un quartiere che da subito ci ha accolto positivamente, facendo anche della nostra associazione uno dei suoi riferimenti. Dal punto di vista commerciale Porta a Mare è un quartiere dove il commercio di vicinato resiste proprio anche grazie allo spirito di comunità, che con gli atti di questi ultimi giorni si è voluto colpire. Non più tardi di pochi giorni fa numerose attività in Corte Sanac hanno subito furti e danneggiamenti. Non possiamo pertanto che esprimere la nostra preoccupazione, mettendoci a disposizione del Ctp2 e del quartiere per il superamento di questa situazione".

"I simboli apparsi - dice Edoardo Ziello, segretario comunale della Lega Nord - oltre ad essere degli sfregi ad un luogo simbolico per la nostra comunità, rappresentano un'offesa sia alla bellezza del plesso architettonico in sé che alla religione cristiana.Tale atto vandalico è il sintomo di una regressione e degenerazione culturale che la nostra città, ormai,  sta vivendo da un po' di anni. Ci auguriamo che questo scempio non sia stato compiuto con l'intento di oltraggiare la nostra religione perché altrimenti sarebbe gravissimo".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto travolge tavoli e clienti di una pizzeria in via dell'Aeroporto

  • Coronavirus e sovraffollamento, nuova ordinanza: positivi inviati in albergo

  • Spiagge di ghiaia a Marina, alga tossica 6 volte oltre i limiti: "Fate attenzione"

  • Coronavirus in Toscana, 9 casi in più e zero decessi nelle ultime 24 ore

  • Scuola, nuovo incontro per la ripartenza: si va verso il prolungamento della didattica a distanza

  • Coronavirus in Toscana, 9 casi in più: a Pisa giornata da zero nuovi contagi

Torna su
PisaToday è in caricamento