Cronaca

Scuola Parmini: lavori iniziati e classi del piano terra alla 'De Sanctis'

Partiti i sopralluoghi per la messa in sicurezza del primo piano e del locale adibito a refettorio. Quasi ultimata la procedura per l'assegnazione dei lavori esterni in urgenza. Le 3 classi al piano terra trasferite alla 'De Sanctis' dal 18 settembre

La situazione della scuola Parmini e dei suoi piccoli studenti è in via di definizione. E' decisione di oggi che le 3 classi del piano terra saranno trasferite in pianta stabile, a partire dal 18 settembre, presso la scuola De Sanctis in via Cisanello 6. Questo infatti è stato l'orientamento espresso dai genitori. I bambini non dovranno così essere loro malgrado testimoni dei lavori che saranno eseguiti in tutta la struttura. Le 5 classi al primo piano sono già state trasferite alla Oberdan.

I LAVORI. Sono iniziati i sopralluoghi della ditta incaricata per gli interventi al primo piano. In corso la messa in sicurezza dei soffitti con il posizionamento di strutture portanti, ancorate alle travature, in modo tale da fornire una controsoffittatura isolante permanente e definitivamente efficace contro i possibili distaccamenti di intonaco e contro la possibilità di cedimenti. Intervento identico è previsto per il locale adibito a refettorio.

Il dirittura di arrivo l'affidamento con procedura di somma urgenza per i lavori esterni, ovvero l'impermeabilizzazione del terrazzo e il ripristino di caditoie e gronde. Nel pomeriggio effettuate le ulteriori verifiche sui soffitti del piano terra. Gli intonaci verranno sondati con la tecnica della 'prova a strappo'. I risultati della perizia della ditta esterna che sta eseguendo i sondaggi si avranno nei prossimi giorni.

DOSSIER SCUOLE. Il consigliere comunale di Ncd Raffaele Latrofa, che ha seguito la vicenda da prima del distacco dell'intonaco, ha protocollato un'interpellanza affinché "venga fatto un resoconto di come si sono svolti i fatti. Desidero sapere se, dopo la mia segnalazione antecedente il primo crollo, era stata certificata l'agibilità. Poi mi devono dire chi ha verificato di persona che i lavori fossero stati eseguiti a regola d'arte e con le dovute procedure, chi ha firmato la perizia per l'agibilità per permettere la riapertura il giorno 15 settembre e come mai i canali discendenti delle grondaie sono mancanti dal 2006".

"Molti sono i genitori che in questi giorni mi hanno contattato – racconta Latrofa – inviandomi anche foto delle criticità delle scuole cittadine frequentate dai loro figli, una fra tutte la De Sanctis. Sono preoccupati per la scarsa manutenzione e potenziale pericolosità delle altre scuole comunali".

Per questo il consigliere comunale ha annunciato che predisporrà un dossier sulle scuole comunali, mettendo anche a disposizione la sua professionalità di ingegnere. "Ho trovato una situazione ben peggiore di quel che pensavo visitando varie scuole, una situazione assolutamente del tutto diversa da quella che risulta dai racconti edulcorati dell'assessora Chiofalo. Basta con le opere faraoniche! L’amministrazione pensi ai cittadini".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola Parmini: lavori iniziati e classi del piano terra alla 'De Sanctis'

PisaToday è in caricamento