Covid, troppi contagi tra personale e alunni: chiude la scuola 'Pascoli' a Cascina

Il plesso scolastico rimarrà chiuso fino al prossimo 31 ottobre. Il sindaco Betti: "Il contenimento del virus comporta rinunce, cambi di comportamenti e una riduzione temporanea di libertà"

Fino al 31 ottobre il plesso della scuola secondaria 'Giovanni Pascoli' di Cascina è chiuso con sospensione dell'attività didattica. Lo rende noto il neo sindaco cascinese Michelangelo Betti. "Il numero di contagi da Covid-19 registrato tra personale e alunni del plesso ha portato a questa scelta, presa dalla dirigente scolastica in base al parere della Usl e in pieno accordo con l'amministrazione Comunale" afferma Betti.
Nel plesso che ospita la scuola media le attività in aula vengono quindi sospese, anche seguendo le indicazioni dell'ultima Circolare del Ministero della Salute. 

"In questi giorni stiamo lavorando in varie direzioni per costruire velocemente il nuovo quadro amministrativo, ma il tema più rilevante e prioritario è già divenuto quello del contrasto alla diffusione del Covid-19 - sottolinea il primo cittadino - il quadro nazionale e locale genera grande preoccupazione e siamo tutti chiamati a un pieno rispetto delle regole. Sono quindi lieto che fuori da una scuola cascinese ci sia stata una sanzione per chi non rispettava l'obbligo di indossare la mascherina e conto che continuino a esserci sanzioni per chi non osserva le regole. Per quanto sia difficile e, per certi aspetti, doloroso scriverlo, dobbiamo essere coscienti che il contenimento del virus comporta rinunce, cambi di comportamenti e anche una riduzione temporanea di libertà date per scontate - prosegue Betti - e dobbiamo anche essere pronti a regole che variano, a seconda dei livelli di diffusione del virus. Non possiamo arrivare a scelte analoghe a quelle fatte in primavera, ma questa recrudescenza obbliga a un nuovo impegno comune per contrastare il Covid-19".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Giani annuncia: "Dal 4 dicembre Toscana zona arancione"

  • Coronavirus in Toscana: quasi 1900 nuovi casi e 44 decessi

  • Coronavirus, il governatore Giani: "Nei prossimi giorni chiederemo di tornare in zona arancione"

  • Toscana zona rossa, la denuncia di Confesercenti: "Concorrenza sleale della grande distribuzione"

  • Commercio in lutto: se ne va Gisberto Moisè, storico pizzaiolo pisano

  • Lutto nel commercio pisano: addio a Roberto Salvini, titolare del bar alle Piagge

Torna su
PisaToday è in caricamento