menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Castelfranco: scuole non sanificate dopo le elezioni, bambini restano fuori

E' successo presso la scuola primaria di Orentano e l'infanzia di Villa Campanile. Il sindaco chiede scusa ai cittadini

Problemi a Castelfranco di Sotto alla riapertura delle scuole, dopo la pausa elettorale. E' lo stesso sindaco Gabriele Toti a spiegare quanto accaduto, chiedendo scusa ai cittadini. In breve, per un errore degli uffici comunali, non sono state completate le sanificazioni nella scuola primaria di Orentano e nell'infanzia di Villa Campanile dopo l'uso istituzionale, con i bambini che quindi non sono stati fatti entrare

"Questa mattina sono stato contattato dalla dirigenza scolastica e sono stato informato della questione. Ho chiesto immediata verifica dai nostri uffici da cui avevo avuto assicurazioni circa l'effettuazione delle operazioni di sistemazione delle aule e degli ambienti interessati dalle operazioni. Dopo una prima risposta positiva, ho poi constatato che non era stata completata la rimessa in ordine dell'istituto e conseguente pulizia di tutti i locali utilizzati. Di conseguenza, la dirigenza scolastica (secondo il suo incarico) ha informato i genitori presenti di non far entrare i ragazzi nell'istituto di Orentano e Villa Campanile".

"Quanto creatosi non ha alcun tipo di attenuante o giustificazione - dice il sindaco - è una responsabilità esclusiva degli uffici comunali che non hanno provveduto a sistemare a dovere i locali per permetterne l'utilizzo. Per questo ho dato mandato al Segretario Comunale di approfondire e stabilire con precisione le responsabilità interne al Comune. Si tratta infatti di ricostruire i fatti e accertarsi di chi ha sbagliato. Non è mia intenzione giocare a 'scaricarebarile'. Io ho seguito la vicenda come meglio potevo, ma purtroppo la gravità della situazione che si è venuta a creare rimane ed è con profondo rammarico che mi rivolgo a tutti i cittadini".

"Ci eravamo impegnati a fondo per partire nelle migliori condizioni alla apertura delle scuole. E questo proprio è quanto di peggio potesse verificarsi - considera Toti - per questo accanto all'accertamento delle responsabilità, chiedo scusa ai genitori da parte del Comune per un disservizio che non ha giustificazioni. Ho preferito dire come stanno le cose senza scuse, perché in un rapporto franco e schietto occorre aver presente come sono andate le cose e capire cosa è accaduto ed accertare le responsabilità".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Caparezza, due tappe in Toscana nel tour 2022: tutte le date

Cura della persona

Manicure semipermanente fai da te, trucchi e consigli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Covid, la Toscana passa in zona arancione

  • Eventi

    I film in uscita ad aprile su Amazon Prime Video

Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento