rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
Cronaca

Scuole più sicure grazie a Round Table, donato defibrillatore alla scuola elementare e dell’infanzia di San Donato

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Martedì 29/03/2022 presso la Scuola elementare e dell’infanzia di San Donato di San Miniato facente parte dell’istituto Comprensivo Buonarroti di Ponte a Egola è stato donato da parte delle Round Table 76 San Miniato Fucecchio un defibrillatore, dispositivo elettromedicale che – ricordiamo – consente il ripristino del normale ritmo cardiaco che, se attivato in tempo, può salvare una vita, come ha dimostrato il salvataggio del calciatore della Danimarca Eriksen. La consegna e l’installazione è avvenuta alla presenza della Preside dell’istituto Graziella Costanzo , la vicepreside Lucia Castaldi , il Sindaco del Comune di San Miniato Simone Giglioli , l’assessore alla Scuola Giulia Profeti , le insegnanti ed i rappresentati dell’associazione. Un forte ringraziamento è stato dimostrato dall’istituto e dell’amministrazione comunale che hanno ricordato importanza di tali strumenti salvavita all’interno dei plessi. Ci informa il Presidente Gianluca Centola : dopo la consegna ho spiegato il funzionamento del defibrillatore e come intervenire in caso di arresto cardiaco, poche e semplici manovre che tutti possono fare e che possono realmente salvare una vita. Questa donazione è avvenuta anche grazie a chi ha creduto in noi e nei nostri progetti in particolare le aziende che ci hanno sostenuto nella realizzazione della Statua di Napoleone presente a San Miniato , che ritengo sia doveroso citare (Ricamificio Barletta Srl, Scatolificio Saico Srl, Brotini Impianti srl, Sanser Srl, Conceria Opera Srl, Pallets Bertini Group, Macelleria Lo Scalco, Calzaturificio Il Quadrifoglio Srl, Inserrata Creative Farm, Conceria Caponi Giuseppe & c Srl, L.C. Car snc, DGM Sicurezza, Elettrosistemi, Così è Se Vi Piace di Bagni Franco, G&G e Mancini Trasporti) e ringraziarle ancora una volta a nome di tutti. Successivamente aggiunge che nel mese prossimo avvera un'altra donazione alla Scuola di San Miniato Basso. Era presente anche Paolo Bartali , che è stato il Presidente Fondatore del Club ed ora membro onorario a vita, che ringrazia la Round Table 76 della donazione proprio nella scuola che lui ha frequentato da bambino ed ora frequentano i suoi figli. La Round Table è un club, presente a livello internazionale, dedicato a giovani lavoratori, professionisti, dirigenti, uomini d'affari e di cultura che cercano di svolgere al meglio le rispettive attività. Si propone di promuovere l'amicizia e le intese personali tra i propri soci e, soprattutto, iniziative al servizio della collettività, un club di giovani e per i giovani e il motto “Adopt, Adapt, lmprove” (adottare, adattare e migliorare) coglie appieno lo spirito dell’associazione, i cui membri si impegnano e si adoperano in prima persona in ogni iniziativa, cercando costantemente di far tesoro dell’esperienze del passato e di migliorare la propria attività per il presente e il futuro. In Italia si è sviluppata dal 1958 ed esistono ad oggi sul territorio nazionale molti club locali detti "Tavole". Ogni tavola è composta da almeno otto soci detti "Tablers" fino ad un massimo di quaranta, dei quali non più di tre possono esercitare la stessa professione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuole più sicure grazie a Round Table, donato defibrillatore alla scuola elementare e dell’infanzia di San Donato

PisaToday è in caricamento