rotate-mobile
Cronaca

Assegnati i premi alle scuole di Pisa vincitrici del concorso 'Scarty'

Si chiude con la consegna delle panchine ai plessi vincitori l'attività ideata per educare alla raccolta differenziata. Era rimasta bloccata per la pandemia

Nuove panchine in plastica riciclata per le scuole primarie di Pisa che sono risultate più virtuose nella partecipazione al progetto 'Scarty', organizzato da Comune di Pisa e Geofor. Sono state consegnate stamani, martedì 24 maggio, alla scuola primaria Moretti di Putignano, che si è classificata prima al gioco sulla raccolta differenziata. Presenti l’assessore all’ambiente Filippo Bedini, l’assessore alle politiche scolastiche Sandra Munno, la dirigente scolastica dell’Istituto Gamerra Oriana Carella e Raffaele Spagnulo, coordinatore per Geofor del progetto Scarty, oltre ai bambini della scuola.

"Come amministrazione comunale - ha spiegato l’assessore Filippo Bedini ad insegnanti e bambini durante la consegna del premio -  siamo davvero soddisfatti della grande partecipazione che abbiamo riscontrato da parte delle scuole primarie cittadine al progetto di educazione ambientale. 'Scarty' si è rivelato il gioco giusto per la fascia di età dei bambini delle elementari, perché riesce a coinvolgerli, a farli giocare e al tempo stesso a capire che i rifiuti, se differenziati in maniera corretta, sono una risorsa importante per il nostro ambiente, perché si possono trasformare, come nel caso delle panchine che hanno vinto con il gioco, in risorsa e dare vita a nuovi oggetti. Proseguiremo nei prossimi anni a promuovere il progetto nelle scuole, certi che il gioco rappresenti lo strumento migliore per educare i più piccoli alla differenziata. Ringraziamo tutti i partecipanti e facciamo i complimenti agli alunni delle classi che hanno partecipato con entusiasmo, ai loro docenti e genitori che hanno compreso il valore messo 'in gioco'".

"E’ stato bello - ha aggiunto l’assessore Sandra Munno - trasmettere ai bambini il messaggio che ognuno di noi, per salvaguardare l’ambiente, può fare la differenza con un piccolo impegno e grande attenzione. Ogni bambino, ogni scuola, ogni città nel suo piccolo può contribuire e la scuola è sicuramente il veicolo più efficace per realizzare questi cambiamenti culturali. I bambini delle primarie apprendono velocemente attraverso il gioco i comportamenti rispettosi dell’ambiente e anzi, tramite Scarty, hanno avuto l’occasione di diventare insegnanti dei loro genitori e delle loro famiglie, innescando un processo virtuoso".

Il progetto di educazione ambientale, avviato nell’autunno del 2019 nelle scuole primarie di Pisa, aveva visto l’adesione di 5 Istituti Comprensivi (Fibonacci, Fucini, Gamerra, N. Pisano, Galilei), 12 plessi e 50 classi per un totale di 1078 alunni, ed era stato interrotto a causa della pandemia. In base alla classifica stilata, la classe che maggiormente si è distinta raggiungendo 3132 punti sulla base dei propri comportamenti virtuosi, è la classe 4ª della primaria Moretti a Putignano, che ha ricevuto tre panchine. Al secondo posto la classe 3ªB della primaria N. Pisano che, con 2368 punti, riceve due panchine e al terzo posto, con 1757 punti, si colloca la classe 3ª della primaria Biagi, che è premiata con due panchine. Subito a seguire, al quarto posto, la classe 5ªA delle scuole D. Chiesa, con 1668 punti, che riceve una panchina. La classifica generale è consultabile qua.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assegnati i premi alle scuole di Pisa vincitrici del concorso 'Scarty'

PisaToday è in caricamento