Cronaca

Infiltrazioni di acqua nel centro diurno 'L'Orizzonte': via al trasferimento provvisorio

Da martedì assistiti e operatori si sposteranno nei locali dell’Asbuc, in via Salvo D’Acquisto, a Migliarino

Trasloca provvisoriamente a Migliarino il centro diurno per disabili 'L’Orizzonte' di via Derna, dichiarato inagibile dalla Commissione multidisciplinare di vigilanza dell’Azienda Asl Toscana Nord Ovest dopo le infiltrazioni d’acqua dei giorni scorsi. Da martedì prossimo i sedici frequentatori della struttura, gestita dalla Cooperativa Agape, si trasferiranno nei locali a piano terreno della sede di via Salvo D’Acquisto dell’Asbuc e vi resteranno almeno fino a dicembre. Non cambiano invece orari e caratteristiche del servizio, incluso il trasporto per e dal centro diurno che, ovviamente, continueranno ad essere effettuati dai mezzi dedicati al trasporto sociale della Società della Salute della Zona Pisana.

"Ringrazio tutti gli operatori - dice la presidente della SdS Gianna Gambaccini - per aver dato una risposta rapida a un problema impellente e mi scuso con le famiglie e gli assistiti per il disagio: eravamo a conoscenza delle difficoltà della struttura di via Derna e stavamo lavorando per porvi rimedio, ma l’emergenza maltempo ha fatto precipitare la situazione. E’ importante, comunque, che sia stata trovata una soluzione adeguata alle necessità: adesso cercheremo di capire quel che occorre fare  per ridare una sede definitiva ad un centro diurno importante come L’Orizzonte".

Il trasferimento è stato reso possibile anche grazie alla disponibilità di Asbuc, Cooperativa Agape e associazione 'La Tartaruga'.

"Un gioco di squadra ha permesso di trovare la soluzione per il trasferimento in urgenza dei ragazzi inseriti nel Centro Diurno di Via Derna - ha spiegato la direttrice della Sds Sabina Ghilli - preziosa e indispensabile è stata la collaborazione tra tutti i partner: innanzi tutti la disponibilità di ASBUC a reperire una sede, la collaborazione dell'associazione La Tartaruga che dividerà gli spazi con Agape e la massima disponibilità delle famiglie che pazientemente hanno atteso una soluzione ad un problema che rischiava di trovare una risposta tardiva e soprattutto poco soddisfacente. Le istituzioni inoltre, sia il Comune di Pisa che il Comune di Vecchiano, insieme con la Asl e la Società della Salute, hanno saputo sostenere questa scelta in un momento tanto delicato. Il ringraziamento è doveroso a tutti quanti si sono impegnati, compresi gli operatori, a supporto dei ragazzi e delle loro famiglie. Sapremo cogliere da questa collaborazione una preziosa occasione di integrazione dei servizi".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Infiltrazioni di acqua nel centro diurno 'L'Orizzonte': via al trasferimento provvisorio

PisaToday è in caricamento