rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
Cronaca

Servizio civile: le Acli pisane mettono a disposizione tre progetti e sei posti

Le domande devono essere presentate entro le 14 del 10 febbraio: possono partecipare i giovani fra 18 e i 28 anni

L’animazione dei quartieri più fragili, il sostegno alle famiglie più vulnerabili e l’attenzione all’integrazione dei migranti. Sono tre i progetti i di servizio civile delle Acli provinciali di Pisa per un totale di sei posti disponibili. Possono presentare domanda i giovani fra i 18 e i 28 anni e per farlo c’è tempo fino alle 14 di venerdì 10 febbraio. "Il fil rouge che collega tutti i nostri progetti è la riduzione delle disuguaglianze attraverso un nuovo approccio partecipativo che veda i volontari impegnati in quelle aree in cui si annida maggiormente l’esclusione e la fragilità sociale e culturale e la povertà di servizi - spiega Laura Mureddu, responsabile giovani, servizio civile e progettazione sociale delle Acli pisane -. Interverremo con azioni educative e di accompagnamento e con il potenziamento delle misure di sostegno, non solo economiche".

Concretamente i sei giovani in servizio civile avranno come base principale la sede centrale delle Acli provinciali di Pisa di via Francesco Da Buti e potranno sperimentare e animare i servizi promossi dal Punto Famiglia, il presidio che presta assistenza nella compilazione di domande, curriculum, richieste di servizi e bonus e fornisce informazioni e un aiuto concreto attraverso interventi educativi, in collaborazione con altre realtà territoriali, che alleggeriscono i carichi derivanti dalla gestione della vita familiare quotidiana. Un’attenzione particolare sarà dedicata all’integrazione delle comunità migranti prevedendo momenti di socializzazione e incontro tra popolazione italiana e straniera in cui si possano condividere culture, tradizioni, usi e diritti nell’ottica di promuovere l’accoglienza.

Nel dettaglio, tre giovani saranno impegnati in 'Animatori di rete', progetto che mette al centro i quartieri più fragili e la rivisitazione dell’idea di bene comune attraverso l’adozione di approcci e metodologie partecipative; due in 'Famiglie più forti', che prevede interventi educativi e di accompagnamento per potenziare le misure di sostegno alle famiglie più fragili e uno in 'La diversità come ricchezza', che promuove azioni di sostegno e d’inclusione delle comunità migranti.

Il servizio civile ha una durata di 12 mesi per 25 ore settimanali (incluse anche le ore di formazione) e prevede un compenso mensile di 444 euro. Le domande dovranno essere presentate esclusivamente attraverso la piattaforma Domanda On Line (Dol) raggiungibile da pc, tablet e smartphone all’indirizzo https://domandaonline.serviziocivile.it esclusivamente con il proprio Spid personale (può essere attivato anche agli uffici di Acli Service).Per qualsiasi informazione è possibile scrivere a: segreteria@aclipisa.it .

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Servizio civile: le Acli pisane mettono a disposizione tre progetti e sei posti

PisaToday è in caricamento