Pontedera: sequestrata merce contraffatta destinata al litorale

La Polizia Locale ha controllato la stazione ferroviaria, con i sacchi che sono stati abbandonati al binario del treno in partenza

Il Gruppo Sicurezza Urbana della Polizia Locale di Pontedera ha inflitto stamani, 25 luglio, un nuovo colpo alla vendita di merce con marchi contraffati. Ha infatti provveduto al sequestro di vario materiale presso la stazione ferroviaria: borse, portafogli, cinture, maglie, accessori. 

Gli agenti sono intervenuti nei pressi dei binari. Era in arrivo il treno diretto a Pisa e Viareggio. I sacchi con i prodotti illegali, destinati con ogni probabilità al mercato illecito del litorale, sono stati abbandonati da alcuni cittadini extracomunitari, che all'arrivo del convoglio sono saliti senza portare con sé il bagaglio. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

polizia locale valdera merce sequestrata 2-2-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente stradale davanti allo stadio a Pontedera: muore 30enne

  • Covid a scuola: classi in quarantena nel pisano

  • Covid in classe: cinque nuovi casi nelle scuole di Pisa

  • Barman deceduto a Pontedera: annullata la Festa del Commercio

  • Coronavirus in Toscana, 90 casi in più: a Pisa 24 nuovi positivi

  • Mareggiata a Marina di Pisa: allagamenti e pietre sul lungomare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento