menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Guardia di Finanza: sottoposte a sequestro 70 società cinesi, una anche a Pisa

Le società non avrebbero dichiarato al fisco 238 milioni di euro nel periodo 2007-2009, il denaro sarebbe stato inviato in Cina. L'operazione "Cian Ba" è lo sviluppo di una precedente inchiesta: le persone indagate salgono a 366

Ci sarebbe anche un'azienda di Pisa tra le 70 aziende sottoposte a sequesto nell'ambito di una operazione del comando regionale della Toscana della Guardia di Finanza denominata "Cian Ba". Le Fiamme Gialle hanno compiuto indagini su 318 società cinesi attive nel settore della pelletteria, tessile e pronto moda, con sede nelle province di Firenze, Prato e Pisa.

Le società in questione avrebbero omesso di fatturare e di dichiarare al fisco 238 milioni di euro nel triennio 2007-2009, denaro inviato illecitamente in Cina servendosi di agenzie money-transfer di Sesto Fiorentino e Prato. Delle 70 imprese poste sotto sequestro, 44 hanno sede a Firenze, 25 a Prato e una a Pisa.

Sempre secondo quanto emerso, l'inchiesta che ha portato all'operazione "Cian Ba" è uno sviluppo di una precedente inchiesta di un anno fa, quando il nucleo di polizia tributaria di Firenze aveva individuato flusso illecito di denaro che veniva inviato dall'Italia in Cina passando attraverso 13 agenzie di money-transfer. Quell'inchiesta aveva portato all'esecuzione di 24 ordinanze di custodia cautelare in carcere e al sequestro di 73 aziende. E ora le persone indagate nell'ambito delle due maxi-indagini sono in totale 366. (fonte Ansa)


GUARDA IL VIDEO

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Banana bread, la ricetta facile e veloce

Arredare

Divano, come scegliere quello giusto: la guida

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento