Cronaca

In manette 47enne: veleno di scorpione come antitumorale

La Guardia di Finanza ha scoperto all'aeroporto di Bari numerosi flaconi e fiale senza la necessaria autorizzazione sanitaria: avrebbero illuso molti acquirenti ammaliati dagli effetti benefici

Nei guai un pisano di 47 anni che è stato denunciato per violazione delle leggi sanitarie. La Guardia di Finanza ha infatti sequestrato all'aeroporto di Bari 39 kg di medicinali usati come antitumorali. Nello specifico si tratta di 200 flaconi di Vidatox, composto da veleno di scorpione, e 36 fiale di antiossidanti, privi della prescritta autorizzazione sanitaria, usati nella medicina tradizionale di alcuni paesi, quali la Cina e l'India, come antitumorali. E' stato stimato che i flaconi avevano un valore commerciale di 500 euro ciascuno.


I prodotti provenivano dall'Albania ed erano diretti alla Repubblica di San Marino: se immessi sul mercato illegale avrebbero illuso molte persone circa l'efficacia terapeutica e sarebbero potuti risultare pericolosi per la salute. (fonte Ansa)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In manette 47enne: veleno di scorpione come antitumorale

PisaToday è in caricamento