Bracconaggio: sequestrati strumenti per la pesca illegale lungo i Navicelli

I controlli proseguono su tutto il territorio provinciale. Sanzioni salate per i trasgressori

Rinvenuti e sequestrati dalle Guardie ittico-venatorie dell'Enal Caccia e dai Carabinieri Forestali mezzi non consentiti per l'esercizio della pesca in acque interne. Nel dettaglio di tratta di cassette contenenti fascine di salice. Il materiale era stato messo lungo il Canale dei Navicelli per la cattura di anguille e piccoli crostacei.
Il fenomeno del bracconaggio ittico è diffuso su tutta la provincia di Pisa ed altrettanto serrato è il controllo di tale attività che prevede per i trasgressori sanzioni sia di natura amministrativa che penale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto contro moto a San Giuliano Terme: muore 31enne

  • Trovato morto con una freccia di balestra nel petto

  • Lutto all'Aoup: dottoressa muore a 36 anni

  • Coronavirus in Toscana: solo 5 i nuovi casi, 2 i decessi

  • Coronavirus in Toscana, solo 3 i nuovi casi: a Pisa zero nuovi contagi e nessun decesso

  • Coronavirus in Toscana: 14 nuovi casi e 6 decessi

Torna su
PisaToday è in caricamento