Bracconaggio: sequestrati strumenti per la pesca illegale lungo i Navicelli

I controlli proseguono su tutto il territorio provinciale. Sanzioni salate per i trasgressori

Rinvenuti e sequestrati dalle Guardie ittico-venatorie dell'Enal Caccia e dai Carabinieri Forestali mezzi non consentiti per l'esercizio della pesca in acque interne. Nel dettaglio di tratta di cassette contenenti fascine di salice. Il materiale era stato messo lungo il Canale dei Navicelli per la cattura di anguille e piccoli crostacei.
Il fenomeno del bracconaggio ittico è diffuso su tutta la provincia di Pisa ed altrettanto serrato è il controllo di tale attività che prevede per i trasgressori sanzioni sia di natura amministrativa che penale.

Potrebbe interessarti

  • Le curiosità dei nostri amici pelosi: 5 cose che non tutti sanno sui gatti

  • Come far risaltare l'abbronzatura a fine estate: 4 semplici consigli

  • Stop al fumo: trucchi e consigli per riuscire a dire addio alle sigarette

  • Sabbia in casa: trucchi e consigli per liberarsene

I più letti della settimana

  • Incidente stradale a Peccioli: morta una donna

  • Maltempo: codice giallo per temporali nelle zone interne orientali della Toscana

  • Si sente male in agriturismo: morto

  • Cascina: il corpo di un 64enne ritrovato dietro la chiesa dell'Arnaccio

  • Condizioni igieniche precarie e cibo senza tracciabilità: chiuso ristorante a Calambrone

  • Alcol e droga a 16 anni: ricoverata in gravi condizioni

Torna su
PisaToday è in caricamento