Bracconaggio: sequestrati strumenti per la pesca illegale lungo i Navicelli

I controlli proseguono su tutto il territorio provinciale. Sanzioni salate per i trasgressori

Rinvenuti e sequestrati dalle Guardie ittico-venatorie dell'Enal Caccia e dai Carabinieri Forestali mezzi non consentiti per l'esercizio della pesca in acque interne. Nel dettaglio di tratta di cassette contenenti fascine di salice. Il materiale era stato messo lungo il Canale dei Navicelli per la cattura di anguille e piccoli crostacei.
Il fenomeno del bracconaggio ittico è diffuso su tutta la provincia di Pisa ed altrettanto serrato è il controllo di tale attività che prevede per i trasgressori sanzioni sia di natura amministrativa che penale.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Investita dal treno alla stazione di Firenze Rifredi: morta 21enne di Pontedera

  • Viale delle Cascine: muore alla guida mentre è fermo al semaforo

  • Cucina: undici ristoranti pisani nella guida 'L'Espresso'

  • Lutto all'Università: è morto il professor Berardo Cori

  • 'L'Amica geniale' saluta Pisa: terminate le riprese della fiction Rai

  • Bagno di folla per Mika in centro a Livorno: suona con lui uno studente Unipi

Torna su
PisaToday è in caricamento