rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca

Commercializzavano prodotti di lusso senza alcuna autorizzazione: maxi sequestro a Pisa

A finire sotto la lente d'ingrandimento delle Dogane 130 prodotti di noti marchi di moda per un valore di circa 70mila euro

Nell’ambito dei controlli mirati a intercettare traffici commerciali non regolari all’esportazione, i funzionari dell'Agenzia Dogane e Monopoli di Pisa, con il coordinamento dell’Ufficio Antifrode della Direzione Territoriale per la Toscana, la Sardegna e l’Umbria, hanno sottoposto a confisca, ai sensi dell’art. 198 del codice doganale unionale, complessivamente 130 prodotti di abbigliamento e accessori di lusso riconosciuti come originali dagli esperti incaricati dalle case di moda interessate per un valore commerciale di circa 70.000 euro.

Il traffico riguardava soggetti sconosciuti al fisco che, anche durante il lockdown, hanno commercializzato prodotti di noti marchi del lusso esportandoli come privati cittadini ma svolgendo di fatto un’attività imprenditoriale.
Una volta concluse le attività di controllo sulle operazioni pregresse e ricostruito il volume di affari, i soggetti saranno segnalati all’Agenzia delle Entrate per gli accertamenti di competenza. I prodotti confiscati saranno venduti all’asta e il ricavato confluirà nelle casse dello Stato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Commercializzavano prodotti di lusso senza alcuna autorizzazione: maxi sequestro a Pisa

PisaToday è in caricamento