Cronaca Centro Storico / Piazza della Stazione

Stazione, mette in vendita oltre duemila prodotti non sicuri: multa da 7mila euro

Nell'ambito dei controlli per individuare eventuale merce irregolare immessa sul mercato, i finanzieri del Comando Provinciale di Pisa hanno sequestrato 2300 oggetti di elettronica, telefonia e informatica non a norma

I prodotti sequestrati

Guardia di Finanza di Pisa ancora impegnata nei controlli presso negozi per verificare la presenza di prodotti non sicuri, perché immessi sul mercato privi delle indicazioni di provenienza, della marcatura 'CE' e/o recanti la stessa non conforme. "La marcatura 'CE' - ricordano dal Comando Provinciale delle Fiamme Gialle - è un elemento imprescindibile per la regolare vendita di alcuni prodotti (elettrici, giocattoli elettronici ecc), atteso che la stessa denota la particolare attenzione del legislatore affinchè all’interno dell’Unione Europea vengano prodotti, importati e commercializzati esclusivamente articoli che risultino avere superato i requisiti minimi di sicurezza richiesti per l’immissione in commercio".

Irregolarità sono state riscontrate ancora una volta nei pressi della stazione ferroviaria di Pisa. Qui, all'interno di un esercizio commerciale gestito da una persona di origine bengalese, sono stati rinvenuti e sottoposti a sequestro amministrativo oltre 2.300 prodotti (accessori di elettronica, informatica, telefonia  ecc) le cui confezioni sono risultate prive delle prescrizioni di legge previste dal Codice del Consumo e/o dalle normative specifiche in materia di marcatura 'CE'.

Nei confronti del responsabile è stata contestata una sanzione amministrativa pari ad 7.228 euro.

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stazione, mette in vendita oltre duemila prodotti non sicuri: multa da 7mila euro

PisaToday è in caricamento