Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca Centro Storico / Via Amerigo Vespucci

Maxisequestro di merce contraffatta in tre attività commerciali del centro

Sequestrate circa 2300 paia di scarpe destinate al commercio abusivo con i titolari dei negozi che sono stati denunciati. Singolare la tecnica usata per riprodurre i famosi marchi (VIDEO)

Tecnicamente si chiama "marchio figurativo" ed è una 'tecnica' che permette ai produttori di proteggersi meglio da eventuali contraffazioni. In sostanza, nel caso in questione, non viene registrato solo il marchio, ma anche il modello di calzatura che così non può essere replicato. E' questo che ha permesso al Nucleo Antidegrado della Polizia Municipale di Pisa, di recentissima costituzione, di assestare un duro colpo alla filiera della contraffazione.

Il 27 luglio scorso infatti è stato effettuato un maxisequestro di circa 2300 paia di scarpe riproducenti modelli, registrati a livello comunitario e internazionale, di noti brand come Adidas, Sucony, Colmar e Nike. Il tutto con un blitz che i vigili hanno svolto contemporaneamente in tre attività commerciali di via Vespucci, gestite da cittadini di nazionalità cinese. La merce è stato posta sotto sequestro con i titolari che sono stati denunciati per il reato di 'introduzione e commercio di prodotti con segni falsi e ricettazione'.

"Alquanto singolare - spiega l'ispettore della Municipale Maria Giannetta, responsabile del Nucleo Antidegrado - anche la tecnica utilizzata dai commercianti. Le scarpe non riproducevano infatti, almeno apparentemente, i loghi dei famosi brand ma alcune strisce di gomma applicate sulle scarpe potevano essere tolte facilmente con le dita riproducendo così esattamente i modelli originali (come mostra il video sotto ndr)". Le scarpe, il cui prezzo di vendita si aggirava intorno ai 25 euro, erano pronte per "essere cedute ai venditori abusivi della zona. Abbiamo scoperto questo escamotage quasi per caso. Poi sono stati necessari diversi giorni di apppostamenti e accertamenti. Infine siamo intervenuti il 27 luglio, anche con l'ausilio di una mediatrice culturale".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Con questo maxisequestro - ha invece affermato il comandante della Municipale, Michele Stefanelli - siamo riusciti a sferrare un colpo incisivo alla filiera del falso. L’autorità giudiziaria sta proseguendo le attività di indagine per stabilire le responsabilità penali e le conseguenze nei confronti dei titolari delle tre attività commerciali. L'obiettivo è quello di riscostruire l'intera filiera, cercando di capire chi sono i fornitori di questi negozi".

Soddisfatta anche l'assessore alla Sicurezza, Giovanna Bonanno. "Le attività investigative messe in atto nei giorni scorsi - ha detto la Bonanno - hanno portato a scoprire numerose attività illecite che stanno alla base del commercio abusivo a Pisa e che ci permettono di colpire l’intera filiera della produzione del falso. Proseguiremo sul fronte della lotta al commercio abusivo continuando a portare avanti anche le altre attività di controllo del territorio previste dal piano sulla sicurezza e la legalità: lotta ai parcheggiatori abusivi, sicurezza dell’area del mercato di via Paparelli e dei parcheggi attigui per evitare la presenza dei camper dei nomadi, controllo della zona monumentale per contrastare i furti a danno dei turisti e, nei momenti di maggiore criticità, tutto il litorale pisano".

Il Nucleo Antidegrado

Il Nucleo Antidegrado della Polizia Municipale di Pisa ha iniziato ufficialmente la sua attività nel mese di luglio. "Il nostro compito - spiega la responsabile Maria Giannetta - è composto da 5 persone e si occupa principalmente di contrastare il degrado cittadino e l'abusivismo commerciale". L'attività del Nucleo era in iniziata in maniera 'ufficiosa' già da alcuni mesi. "Con la nuova Giunta - ha affermato il comandante della Municipale Stefanelli - il nucleo, pur senza nuove assunzioni, si è ulteriormente strutturato, passando da 3 a 5 unità".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxisequestro di merce contraffatta in tre attività commerciali del centro

PisaToday è in caricamento