Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca Centro Storico / Via Cesare Battisti

Sesta Porta, chiusi gli spogliatoi della Municipale: "Sindaco ancora assente"

La decisione è stata presa dal comandante che è anche stato multato per non aver chiuso i locali in seguito al sopralluogo della Asl. Si cerca una soluzione temporanea. I sindacati: "L'amministrazione inasprisce il confronto"

Un agente della Municipale in pettorina e senza divisa

Chiusi gli spogliatoi della Polizia Municipale alla Sesta Porta. La decisione è stata presa oggi dal comandante dei Vigili Urbani, Pietro Pescatore, che nella giornata di ieri aveva anche ricevuto una multa di 1.300 euro per non averli chiusi tempestivamente dopo il sopralluogo effettuato nei giorni scorsi dalla Asl. Sopralluogo durante il quale i tecnici dell'azienda sanitaria avevano certificato la non idoneità dei locali dal punto di vista igienico e sanitario. Dalla prossima settimana gli spogliatoi dovrebbero essere trasferiti temporaneamente in nuovi locali per consentire agli agenti di entrare regolarmente in servizio. Lunedì i caschi bianchi si riuniranno infatti ancora una volta in assemblea e potrebbero decidere di sospendere, almeno momentaneamente, lo stato di agitazione dichiarato nelle scorse settimane e culminato con la protesta iniziata ieri.

"Oggi - affermano le Rsu della Municipale - siamo stati convocati dal prefetto, il quale ci ha chiesto di revocare lo stato di agitazione in cambio di alcuni impegni che intende assumersi rispetto all'amministrazione, ai Vigili del Fuoco e alla Asl. Lunedì decideremo se sospendere o meno la mobilitazione. Spiace constatare, ancora una volta, la totale assenza del sindaco che, lo ricordiamo, ha la delega alla Polizia Municipale". Per l'amministrazione era invece presente all'incontro il vicesindaco, Paolo Ghezzi, oltre al dirigente e comandante dei Vigili Urbani, Pietro Pescatore, il quale, nella prossima settimana, sarà con ogni probabilità confermato definitivamente alla guida della Municipale."Gli impegni del prefetto - proseguono le organizzazioni sindacali - stridono con i silenzi dell'amministrazione che, fino a prova contraria, ha tutte le responsabilità in materia di sede, salute e sicurezza dei lavoratori, spogliatoi e parcheggio".

I sindacati accusano inoltre il Comune di voler inasprire il confronto. Nei giorni scorsi i caschi bianchi avevano infatti annunciato che oggi avrebbero parcheggiato i loro mezzi privati nei pressi della rotatoria di via Silvio Pellico, in una zona considerata 'franca', per protestare contro l'assenza di un parcheggio gratuito riservato agli agenti. In risposta, nella giornata del 17 febbraio, è stata adottata una determina, firmata dal dirigente della Direzione Urbanistica Dario Franchini, con la quale è stato istituito il divieto di sosta e fermata lungo la stessa via. Questa mattina il sindaco Marco Filippeschi avrebbe poi chiamato il comandante Pescatore segnalando la presenza di auto in sosta vietata.

Circostanze, queste, confermate dallo stesso Pescatore intervenuto durante la seduta della Seconda Commissione Consiliare Permanente che si è svolta questo pomeriggio alla Sesta Porta e nella quale sono stati sentiti in audizione le organizzazioni sindacali della Polizia Municipale. In questa sede i sindacati hanno nuovamente evidenziato quelle che sono le criticità di "una struttura non adatta ad ospitare un presidio di Polizia" e hanno chiesto la chiusura del sottopasso che da via Battisti conduce al parcheggio di Ferrovie in via Quarantola. I consiglieri Garzella (Fi-Pdl) e Ricci (Ucic-Prc) hanno infine chiesto di sentire in Commissione il sindaco Filippeschi e il direttore di Pisamo, Alessadro Fiorindi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sesta Porta, chiusi gli spogliatoi della Municipale: "Sindaco ancora assente"

PisaToday è in caricamento