Cronaca Centro Storico / Via Cesare Battisti

Sesta Porta, spogliatoi della Municipale: nuove infiltrazioni di umidità sulle pareti

A meno di un anno dai lavori effettuati tornano alla luce alcune delle problematiche che avevano spinto la Asl a chiudere i locali. Le Rls del Comune: "Sesta Porta inadatta ad ospitare una caserma di Polizia"

Le nuove infiltrazioni di umidità negli spogliatoi della Sesta Porta

Ancora problemi per gli spogliatoi della Polizia Municipale alla Sesta Porta. A meno di un anno dai lavori effettuati da Sviluppo Pisa, la società di scopo di Pisamo Srl, per riqualificare e mettere a norma i locali, iniziano infatti a manifestarsi nuovamente infiltrazioni di umidità sulle pareti della struttura. A denunciare la situazione Federico Giusti, rappresentante dei lavoratori per la sicurezza del Comune di Pisa.

"Sono trascorsi appena dieci mesi dai lavori effettuati agli spogliatoi - denuncia Giusti - che già si iniziano a intravedere i primi problemi causati dalla inadeguatezza di questi locali. Problematiche che non sono paragonabili a quelle di un anno fa e che al momento non rappresentano un rischio per la salute e la sicurezza del personale della Polizia Municipale. E' tuttavia preoccupante il fatto che, a pochi mesi di distanza da numerosi lavori eseguiti, tornino a palesarsi alcuni problemi che, ancora una volta, sottolineano come la Sesta Porta sia una struttura inadatta ad ospitare una caserma di Polizia Municipale e, men che mai, i locali adibiti a spogliatoio".

LA VICENDA. Come si ricorderà gli spogliatoi dei caschi bianchi erano stati chiusi a febbraio 2016 dopo che un sopralluogo effettuato dalla Asl aveva evidenziato "la non idoneità dei locali dal punto di vista igienico e sanitario". Il sopralluogo era stato effettuato a seguito di numerose segnalazioni da parte degli stessi agenti che avevano evidenziato diverse criticità riguardanti la struttura, alcune delle quali riguardavano proprio gli spogliatoi della Municipale. I vigili avevano anche dato vita ad una 'clamorosa protesta' con gli agenti che avevano deciso di entrare per alcuni giorni in servizio senza divisa e con una pettorina gialla di riconoscimento. In seguito ai lavori di adeguamento dei locali gli spogliatoi erano poi stati riaperti in aprile, con l'ìntero edificio che era anche stato inserito tra le strutture di competenza del Global Service cittadino per la manutenzione.

SCALA ESTERNA E UFFICIO ANNONA. Ma i problemi segnalati non si limitano solamente agli spogliatoi. "Ci sono infatti altre criticità - prosegue Giusti - come la scala esterna in metallo (quella che conduce ai locali della Pisamo e del comando della Polizia Municipale) insicura e pericolosa in caso di pioggia e la inadeguatezza dei locali destinati all'Annona, dove i dipendenti lamentano continui mal di testa durante la loro permanenza in ufficio". Problematiche, quelle relativa all'Annona, certificate anche da un sopralluogo effettuato dal Servizio di Prevenzione e Protezione del Comune di Pisa. "Attualmente sono presenti 5 postazioni videoterminali - si legge nel verbale - di cui 2 non a norma perché due persone lavorano sulla stessa scrivania, con fili a vista e pozzetto a pavimento aperto. Sono presenti 3 ricambi d’aria a soffitto di cui non si conosce la periodicità di pulizia. Nel bagno manca la carta o un sistema ad aria per asciugarsi le mani. Le finestre a vasistas presenti non restano aperte e non è possibile un ricambio d’aria naturale. Il termostato presente nella stanza non è funzionante".

"Ho chiesto agli uffici Prevenzione e Protezione - conclude Giusti - di attivarsi per intervenire subito, prima che il problema diventi più grosso e difficile da gestire. Resta il fatto che esiste una sede vuota e invenduta come quella di piazza Facchini svuotata in fretta e furia con costi notevoli a carico del comune, una struttura che a suo tempo venne ristrutturata e sarebbe stata preferibile alla Sesta Porta almeno per gli uffici".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sesta Porta, spogliatoi della Municipale: nuove infiltrazioni di umidità sulle pareti

PisaToday è in caricamento