Cronaca

Unione Inquilini: "Appello agli sfrattati e ai sindaci del Comprensorio del cuoio"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Oggi per l'ennesima volta i quotidiani mettono l'attenzione su uno sfratto che avverrà nei confronti di una famiglia che vive nel comune di Castelfranco di Sotto. Un famiglia che vive senza acqua e con due figli minori in attesa solamente dello sfratto definitivo e di esser cacciati di casa. Facciamo appello al comune di Castelfranco che intervenga ulteriormente per cercare di risolvere la situazione, facendo ancora di più di quello che riconosciamo essere stato fatto.

Infine, cogliamo l'occasione per fare un appello agli sfrattati perché prendano contatto con il nostro ufficio di consulenza. Infatti, è giunta l'ora di farla finita di affrontare i singoli sfratti singolarmente, è giunta l'ora di unirsi insieme e cercare di affrontare i problemi che sembrano dei singoli nuclei familiari, ma in realtà sono espressione di un problema sociale endemico.

Non solo, facciamo appello anche agli inquilini morosi (in ritardo con i pagamenti), ma ancora non sotto sfratto invitandoli a prendere contatto con il nostro sportello di consulenza. Infatti, in questa maniera forse riusciremo ad intervenire prima che inizi la procedura di rilascio e che così il problema diventi grave e/o irreparabile.

L'orario del nostro servizio di consulenza è: a Castelfranco ogni lunedì dalle ore 9 alle ore 12 in via Cavour 10 (traversa del piazza del Comune); a Ponte a Egola, al secondo piano della Casa del Popolo in via della Gioventù 3, dal lunedì al venerdì dalle 17 alle 20 (per info: tel 389 5950784).

Non solo, si comunica che in data odierna la Sezione Valdarno Inferiore – Unione Inquilini Pisa ha inviato una richiesta ai sindaci di Santa Maria a Monte, Montopoli, Castelfranco di Sotto, Santa croce sull'Arno, San Miniato, Fucecchio. Nella suddetta richiesta si chiede che i Sindaci prevedano, se non ancora fatto, dei fondi per l'aiuto all'emergenza abitativa e nel caso in cui siano stati previsti di aumentarli in maniera adeguata.

Infatti, ad oggi la situazione degli sfratti è drammatica sia per gli inquilini ma anche i proprietari di prima casa che non riescono più a pagare il mutuo. Per evitare che la situazione diventi incontrollabile chiediamo pubblicamente che i sindaci predispongano nuove fondi per il problemi abitativi attuali.

 

Sezione Valdarno Inferiore
Unione Inquilini Pisa

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Unione Inquilini: "Appello agli sfrattati e ai sindaci del Comprensorio del cuoio"

PisaToday è in caricamento