Sabato, 23 Ottobre 2021
Cronaca

Polizia Municipale, Sgb attacca: "Organizzazione e strutture inadeguate"

Il Sindacato Generale di Base elenca le criticità di organico, turnazione, impieghi e spazi usati

Mala organizzazione alla Polizia Municipale che pesa sui dipendenti. Insiste nell'evidenziare i problemi il Sindacato Generale di Base del Comune di Pisa, che torna a fissare le criticità che riguarderebbero il corpo, sia su organico, strutture, che impieghi dei lavoratori.

"Organico carente"

Il sindacato parte con il conto degli effettivi, diviso per il numero dei servizi richiesti ai dipendenti, in aumento: "L'attuale dotazione organica è di 130 agenti, più 11 amministrativi/tecnici, con servizi erogati 7 giorni su 7, 365 giorni l'anno. Considerando il riposo settimanale, abbiamo 19 dipendenti in riposo ogni giorno (130 diviso 7). Quindi il numero di dipendenti in servizio ogni giorno si riduce, in media, a 111, a cui bisogna considerare le assenze per ferie, festività, permessi, malattie. Quanti turni vogliamo coprire? Due turni (mattino e pomeriggio)? In questo caso abbiamo 55 dipendenti per turno. Tre turni? Quattro turni?".

Il riferimento è all'impiego degli agenti nei turni serale e notturno. "Ogni turno aggiuntivo - prosegue Sgb - comporterebbe una riduzione di personale impiegato negli altri turni. In questi anni è stato incrementato sia il numero dei turni (dal 2015 è attivo il turno notturno nei fine settimana) che il numero di personale impiegato nel turno serale, il tutto senza che vi sia stato un incremento della dotazione organica: è evidente che questi incrementi hanno inciso negativamente sugli altri turni, in particolare sul carico di lavoro del personale e sulla qualità dei servizi erogati".

Il sindacato torna anche sul tema dell'impiego degli agenti in compiti di sicurezza: "Già da diversi anni abbiamo registrato un sensibile aumento del numero dei servizi della PM disposti dalla Questura (ma la PM non dipenderebbe funzionalmente dal sindaco?). Specifici protocolli d'intesa hanno sancito l'impiego esclusivo della PM per il rilievo degli incidenti stradali nel territorio comunale, ma accade solo in teoria: la PM sovente, oltre al rilievo di sinistri stradali, viene impiegata per espletamento di servizi e interventi demandati in via prioritaria a Polizia e Carabinieri. E' poi priorità dotarsi di un reparto cinofilo? Il costo annuo ammonta a oltre 100mila euro, con la stessa cifra si possono assumere 3/4 dipendenti da impiegare negli ordinari compiti di istituto od agenti da impiegare in strada".

"Strutture inadeguate"

I problemi della sede alla Sesta Porta sono stati più volte denunciati dal Sindacato Generale di Base. "Sono fin troppo noti i problemi di umidità negli spogliatoi dovuti alla progettazione dell'immobile, con dotazioni e dimensioni insufficienti. Non vanno meglio gli uffici: la maggior parte delle stanze sono pensate per 2 dipendenti, ma di fatto vengono occupate da 3 o più persone. Inutili i lavori per l'adeguamento di quella che dovrebbe essere la camera di sicurezza: inadeguata la posizione, in un corridoio fruibile da chiunque, con potenziali rischi per gli utenti".

Allagamenti negli spogliatoi: "Locali non idonei"

"Orari eccessivi"

"Il progetto 'Pisa città sicura' - spiega il sindacato - ha introdotto una serie di orari di lavoro prima non previsti, come 16-22 o 03-09 e altri ancora, il tutto alla ricerca della massima 'flessibilità' nella gestione dell'orario di lavoro del dipendente (e quindi della sua vita), a tutto vantaggio del datore di lavoro che, a seconda delle esigenze di servizio, può disporre della forza lavoro a suo eccessivo piacimento. Anche gli orari di lavoro ordinari (fuori progetto) hanno subito una variazione: ora per tutte le unità operative sono previsti due orari di lavoro per ciascun turno (es. mattino 7-13 e 8-14, pomeriggio 13-19 e 14-20). E il dipendente, ogni giorno, viene messo a conoscenza dell'orario che dovrà svolgere solo con un giorno di anticipo. Ma non era stato deciso con i sindacati di predisporre orari con un certo anticipo?".

Per Sgb "manca il regolamento del Corpo, con il quale disciplinare una serie di situazioni particolari, come per esempio l'esenzione dai servizi esterni per chi ha superato un determinato limite di età: è giusto che gli over 60 possano essere impiegati in servizi esterni?".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polizia Municipale, Sgb attacca: "Organizzazione e strutture inadeguate"

PisaToday è in caricamento