Cronaca Centro Storico / Piazza del Duomo

Bancarelle, il sindaco: "Tardi per valutare alternative, sgombero inevitabile"

In una nota l'amministrazione comunale pisana sottolinea che la richiesta dei commercianti di spostarsi in Piazza Manin o Piazza dell'Arcivescovado invece che in via Pietrasantina è arrivata tardi: "I bancarellai abbiano comportamento consono"

La situazione in Piazza Duomo questa mattina (foto Andrea Maltagliati)

E' arrivata troppo tardi (sabato scorso) la richiesta dei commercianti di collocare le bancarelle del Duomo nelle vicine piazza Manin e piazza dell'Arcivescovado. Per questo ormai è impossibile evitare lo sgombero. Lo precisa in una nota il Comune.

''Sabato scorso - spiega l'amministrazione - i rappresentanti di Ascom e Confesercenti hanno consegnato a mano al sindaco Marco Filippeschi la richiesta (fatta per la prima volta) di verificare le possibilità che il trasferimento avvenga in piazza Manin e piazza dell'Arcivescovado. Il sindaco ha detto che quella era una richiesta da prendere in esame (quindi nessuna contrarietà), ma che, anche per evidenti motivi di tempo, non era possibile esaminarla con gli altri enti interessati in due giorni. E che comunque, l'esame della richiesta poteva essere presa in considerazione, solo dopo che lo spostamento di piazza Duomo fosse avvenuto nei tempi decisi". E si consigliava ai bancarellai ''un comportamento consono a risolvere le questioni sul tappeto''.

Lo sgombero è iniziato questa mattina con la contrarietà dei bancarellai che oppongono resistenza passiva e hanno esposto striscioni contro il Comune. Un commerciante, nella concitazione del momento, ha anche accusato un malore. (fonte Ansa)
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bancarelle, il sindaco: "Tardi per valutare alternative, sgombero inevitabile"

PisaToday è in caricamento