Sgomberato immobile occupato a Cisanello: all'interno degrado e bivacchi

La Polizia municipale ha trovato anche resti di alluminio, bottiglie e flaconcini, elementi che fanno pensare al confezionamento della droga. L'intervento dopo la denuncia del proprietario dell'edificio

Intervento ieri mattina da parte della Polizia Municipale, in una azione coordinata col Nucleo di Polizia Giudiziaria, per sgomberare un immobile di due piani in via Cisanello da tempo occupato abusivamente.
Al loro ingresso nell’edificio gli agenti si sono trovati di fronte a locali in evidente stato di abbandono, senza allacci per corrente e gas. Tutte le serrature erano state forzate o addirittura asportate. In ogni locale evidenti segni di recenti bivacchi: materassi, residui di cibo, escrementi, ma anche confezioni integre di generi alimentari, segno evidente che il palazzo era utilizzato sistematicamente e in maniera abusiva a scopo abitativo. In tutte le stanze inoltre gli agenti hanno rinvenuto resti di alluminio, bottiglie e flaconcini, oggetti che lasciano pensare che in quelle stanze si confezionavano dosi di stupefacenti almeno fino a qualche giorno prima.

All’interno dell’immobile è stata trovata una sola persona, un uomo di origine tunisine accompagnato in Questura per l’identificazione: invitato ad abbandonare l’immobile se ne è immediatamente andato, portando con sé numerosi effetti personali, testimonianza che viveva là dentro da tempo. L’uomo è stato denunciato a piede libero e l’immobile messo in sicurezza, quindi restituito al legittimo proprietario. Era stato proprio lui infatti, nei giorni scorsi, ad essersi presentato al Comando di via Battisti per sporgere denuncia per occupazione abusiva del suo edificio. Il proprietario era stato infatti allertato da alcuni residenti della zona, seriamente preoccupati per il continuo via vai che avevano notato dall’edificio, che tra l’altro si trova nelle immediate adiacenze di una scuola materna.

Nei giorni scorsi inoltre la Polizia Municipale ha rimosso relitti di macchine che erano rimaste abbandonate in diverse aree della città.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Anche questo sgombero dimostra l’attenzione di questa amministrazione nei confronti di tutte le situazioni di degrado. Questa operazione della Polizia municipale, che ringrazio per l'impegno quotidiano, nasce proprio da una segnalazione e da una denuncia di un privato cittadino: segnalazioni a cui prestiamo grande attenzione e che non lasciamo mai cadere nel vuoto - afferma l'assessore alla Sicurezza Giovanna Bonanno - questo sgombero segue quelli effettuati nei mesi scorsi: siamo infatti sicuri che questa sia una delle strade per combattere illegalità e l'abusivismo. Anche per quanto riguarda la rimozione delle auto abbandonate in città - conclude Bonanno - si tratta di un’operazione per combattere il degrado e ripristinare la legalità: azioni che continuiamo a portare avanti con grande determinazione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ripartenza scuola e Coronavirus: mezza classe del liceo in quarantena a Pontedera

  • Cadavere di un anziano trovato in un fosso in zona La Fontina

  • Caso sospetto di Covid nel personale scolastico: chiuso asilo di Pontedera

  • Coronavirus: "Ho fatto il tampone, dopo 72 ore ancora non so il risultato"

  • Coronavirus in Toscana: 91 nuovi casi, un decesso a Pisa

  • Coronavirus in Toscana, 119 nuovi positivi: 18 casi in più a Pisa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento