Cronaca

Shampoo alla formaldeide: anche un'azienda di Montescudaio nell'inchiesta

La Guardia di Finanza di Brescia ha sequestrato circa 50mila prodotti liscianti per capelli contenenti la sostanza. Tra le marche più note la Cacau Brasil e la Keratin Complex. Giro d'affari di 150 milioni di euro

C'è anche una società con sede a Montescudaio tra quelle coinvolte nello scandalo degli shampoo alla formaldeide scoperto dal Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Brescia che ha sequestrato circa 50mila prodotti liscianti per capelli contenenti la dannosa sostanza, in alcuni casi fino a 35 volte il limite di concentrazione consentito per legge. Tra le marche più note, la Cacau Brasil e la Keratin Complex.

Nell'ambito di un'indagine condotta tra novembre 2010 e marzo 2013, coordinata dalla Procura di Brescia ed estesa a tutto il territorio nazionale, le Fiamme Gialle hanno effettuato 20 perquisizioni e denunciato 21 persone. Rinviati a giudizio i 5 rappresentanti legali delle società coinvolte con sede a Napoli, Casalecchio di Reno (Bologna), Ciampino (Roma) e appunto Montescudaio.

I prodotti cosmetici per capelli, importati soprattutto dal Brasile, contenevano formaldeide, una sostanza inserita nella lista mondiale delle sostanza più pericolose e tossiche per l'uomo, in grado di provocare sclerosi e diverse forme tumorali. Il giro di affari si aggira intorno ai 150 milioni di euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Shampoo alla formaldeide: anche un'azienda di Montescudaio nell'inchiesta

PisaToday è in caricamento