menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si presenta al Don Bosco, "voglio costituirmi": non è ancora condannato

L'uomo è andato al carcere di Pisa credendo di dover finire in prigione, ma in realtà deve ancora concludersi il suo processo

Resta alto sul fronte preventivo l'impegno della Polizia di Stato nei controlli del territorio e per l'applicazione di misure preventive dei reati. Al netto di un'espulsione ed un ammonimento, succede anche che qualcuno si consegni alla giustizia. Ma sbagli.

E' il caso di ieri, 16 dicembre, quando intorno alle ore 13 un uomo, straniero dell'est Europa, si è presentato al carcere Don Bosco di Pisa chiedendo di essere incarcerato per scontare la sua pena di 5 mesi di reclusione. Una Volante è stata inviata a controllare, in quanto la persona per identificarsi ha mostrato la tessera del codice fiscale, documento non idoneo per l'accertamento dell'identità. E' stato necessario l'accertamento ed il fotosegnalamento della Polizia Scientifica per risalire al profilo del cittadino: un rumeno 45enne residente a San Giuliano Terme. Che però non è mai stato condannato.

E' emerso invece che a carico dell'uomo è pendente un processo per reati di poco conto, commessi a Bologna, presso il cui Tribunale dovrà presentarsi nel prossimo mese di febbraio. In sostanza il suo procedimento penale è ancora in corso ed in mano aveva solo una citazione, non una condanna. I poliziotti quindi gli hanno notificato l'atto e, dopo aver avvertito i colleghi della Casa Circondariale, lo hanno congedato dagli uffici della Questura.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Caparezza, due tappe in Toscana nel tour 2022: tutte le date

Cura della persona

Manicure semipermanente fai da te, trucchi e consigli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Covid, la Toscana passa in zona arancione

  • Eventi

    I film in uscita ad aprile su Amazon Prime Video

Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento