Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Sicurezza: più controlli in zona Duomo e una 'mappa' per il Daspo urbano

Sono alcune delle decisioni assunte questa mattina, giovedì 16 agosto, in prefettura dal Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica

L'obiettivo è quello di individuare una serie di aree della città in cui rendere possibile l'applicazione del Daspo urbano, in conformità a quanto previsto dal Decreto Minniti. Una mappa che sarà disegnata 'a quattro mani' tra Questura e amministrazione comunale con il questore, Alberto Francini, che nei prossimi giorni invierà al sindaco Filippeschi un proposta che consentirà di integrare l’attuale Regolamento di Polizia Urbana, regolamento che dovrà poi essere approvato in Consiglio Comunale. E' questa una delle principali decisioni assunte questa mattina, mercoledì 16 agosto, in Prefettura in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica.

Una riunione presieduta dal viceprefetto, Valerio Massimo Romeo, e a cui ha partecipato per la prima volta anche il nuovo comandante della Guardia di Finanza di Pisa, Giancarlo Franzese. Affinchè il Daspo urbano sia 'efficace' dovrebbero infatti essere individuate poche aree cittadine in cui prevederne l'applicazione. "Tra questi - spiega la Prefettura in una nota - possono essere individuate aree urbane su cui insistono, tra l’altro, scuole, siti universitari, musei, complessi monumentali, e luoghi comunque interessati da consistenti flussi turistici".

Connesso al tema del Daspo urbano anche quello dell'abusivismo e della contraffazione. Dopo aver espresso "piena solidarietà" alla Guardia di Finanza per quanto accaduto lo scorso 11 agosto a due passi dal Duomo e aver evidenziato "l'impegno profuso" dalle forze dell'ordine, il Comitato ha "disposto, con effetto immediato, l’attuazione di periodici e più intensi servizi di contrasto all’abusivismo commerciale, che saranno pianificati e calendarizzati attraverso tavoli tecnici in Questura".

Il Comitato ha infine "preso atto con favore del progetto che sta portando a termine l’amministrazione comunale relativo all’implementazione, in particolare nella piazza dei Miracoli, di ulteriori 11 telecamere; ciò contribuirà più efficacemente al controllo costante delle zone più vulnerabili del centro cittadino e alla tempestiva individuazione di soggetti che eventualmente dovessero rendersi autori di episodi criminosi".
"L'investimento che il Comune di Pisa ha fatto sulla videosorveglianza - ha commentato infine il sindaco Marco Filippeschi - è molto forte e si integra in un sistema di controlli coordinato dalla Questura. Oggi abbiamo rafforzato gli indirizzi e le azioni per contrastare l'abusivismo, nei luoghi dove si esercita, partendo dall'individuazione dei centri di diffusione delle merci contraffatte e dal sistema di sfruttamento organizzato. Chi difende l'abusivismo difende lo sfruttamento di persone che sono gli ultimi anelli di una catena. Una sistema che si forma a partire dall'economia della criminalità organizzata".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza: più controlli in zona Duomo e una 'mappa' per il Daspo urbano

PisaToday è in caricamento