Cronaca Gagno / Via Pietrasantina

Duomo, gli Amici di Pisa: "Percorso turistico da migliorare: sporco, bruttezze e sudiciume"

L'Associazione del presidente Ferraro interviene sulla situazione presente nel tragitto che dal parcheggio scambiatore porta all'area monumentale. Richiesti maggior decoro urbano e una passerella pedonale che scavalchi la ferrovia

"E' difficile, difficilissimo trovare una città d’arte che accolga peggio i turisti come a Pisa. E maggiormente è giusto che la Capitale Italiana della Cultura sia stata nominata persino Mantova - che non ha Campanili Pendenti - anziché Pisa che lo ha ed intorno ad esso una landa sudicia, chiassosa, ingorda e pure ladrona".

E' con questa premessa che l'Associazione degli Amici di Pisa, con il suo presidente Franco Ferraro, interviene sul capitolo sicurezza e decoro urbano della città della Torre, dopo che, i servizi di Striscia la Notizia, hanno denunciato, a livello nazionale, la situazione presente.
"Pisa non è sicura, Pisa non accoglie i turisti che vengono a visitarla, apprezzarla, ma anzi permette da anni che questi turisti attraversino la parte più brutta di Pisa (dallo Scambiatore al Duomo), in mezzo allo sporco e alle bruttezze, al sudiciume, ai venditori abusivi, agli scippatori a farsi spennare solo perché c’è da vedere la Piazza del Duomo il cui Campanile Pende di lato - afferma Ferraro - poco importa se il turista spennato è quello 'mordi e fuggi', poco importa se detto turista non tornerà più a Pisa (ma che lascerà pessime referenze sul web orientando di conseguenza i progetti turistici dei Tour Operator), poco importa se la zona della Stazione Centrale è ridotta a posto lunare frequentato da spacciatori e accoltellatori".

"Ecco che la 'politica dello struzzo', portata avanti da anni dall’amministrazione comunale - prosegue - mostra la corda nei servizi giornalistici trasmessi su scala nazionale. Suscitando lo scandalo e il mutismo della nostra amministrazione alternato a stereotipato balbettio di sterili promesse"

Da qui una serie di consigli su come migliorare ad esempio la situazione del tracciato dal parcheggio scambiatore al Duomo: tinteggiature, percorsi floreali, luci notturne, telecamere, aiuole e, poi, l'allontanamento di "loschi personaggi".
Infine gli Amici di Pisa suggeriscono anche un intervento strutturale, perchè "i turisti che scendono dai pullman (ognuno di questi paga una sosta di due ore circa 150€ senza nessun servizio in cambio!) non possono essere bloccati come animali alla transumanza dalla linea ferroviaria Pisa-Lucca". Così il suggerimento della progettazione di una passerella pedonale in ferro e cemento (con reti anti sporgenze) che scavalchi la ferrovia, simile a quella presente a Firenze alla stazione di Campo di Marte, "che limiti in parte le dolenze di un ingresso in città che fa tanto cartolina degli orrori".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Duomo, gli Amici di Pisa: "Percorso turistico da migliorare: sporco, bruttezze e sudiciume"

PisaToday è in caricamento