Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca

Sicurezza e degrado: sarà stilata la mappa delle priorità

La direttiva del sindaco prevede la collaborazione tra amministrazione comunale e forze dell'ordine. Punti chiave: contrasto dell'abusivismo e rispetto dei regolamenti comunali sugli orari di chiusura dei locali del centro storico

Una mappa sulla sicurezza in città per intervenire nelle zone più a rischio. Questo l'impegno del sindaco Marco Filippeschi che ha presentato una nuova direttiva che traccia appunto una classifica delle priorità, per la garanzia delle regole di convivenza e per la sicurezza urbana. Il provvedimento è stato diramato a tutti i vari settori dell'amministrazione comunale, alle società partecipate ma anche alla Polizia e alla Polizia Provinciale.

"Il Comune - ha spiegato Filippeschi - mette in campo una vera e propria richiesta di cooperazione nell'individuazione delle priorità e delle strategie d'intervento, non solo di ordine pubblico, ma anche di contrasto al degrado e di promozione della pulizia e della qualità della vita urbana anche per prevenire fenomeni di marginalità sociale".

E naturalmente, dopo le polemiche riaccese nei giorni scorsi intorno a Piazza dei Miracoli, polemiche che sono state originate dalla vendita delle mutande osè con la Torre di Pisa e che sono poi sfociate in una battaglia tra chi non vuole le bancarelle e chi le difende, la famosa piazza cittadina è l'area più calda su cui concentrare le energie. Al di là dei bancarellai infatti la piaga principale resta comunque quella dei venditori abusivi, nella stessa piazza e anche in altre zone cittadine, come il litorale e Piazza Belvedere a Tirrenia, teatro qualche giorno fa di un'aggressione ad un Vigile Urbano da parte di un senegalese.

Nella Piazza che ospita Campanile, Cattedrale e Battistero sarà mantenuto il presidio fisso e congiunto nelle 24 ore fra Polizia Municipale e altre forze dell'ordine per prevenire reati predatori e contrastare l'abusivismo. "Questa - ha concluso Filippeschi - è la prima priorità della direttiva per la tutela e la cura della piazza simbolo di Pisa nel mondo. Dovranno poi prendere il via capillari campagne d'informazione sui pericoli derivanti dall'acquisto illegale di merce, promosse dall'ufficio comunale del turismo e dalle altre istituzioni competenti, rivolte ai grandi flussi turistici".


Saranno inoltre intensificati i controlli sul rispetto dei regolamenti comunali in tema di orari e soglie di rumore per i pubblici esercizi del centro storico e i sistemi di videosorveglianza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza e degrado: sarà stilata la mappa delle priorità

PisaToday è in caricamento