Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

Sicurezza in Consiglio Comunale: il commento di Nerini (Nap)

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

L’argomento, richiesto a novembre 2016, sicurezza torna dopo vari  mesi in Consiglio , dopo essere stato più volte rimandato

Il fatto che non si sia svolto il Consiglio Comunale in Piazza delle Vettovaglie non depone certo a favore della maggioranza che è lontana dalla gente, dal popolo e che ha:

1.   la paura di mostrarsi
2.   idee non chiare o forzatamente nascoste sull’argomento sicurezza
3.   palesi le difficoltà a governare la città  soprattutto in questi luoghi
4.   palesi l'incapacità di trovare soluzioni
5.   mancanza di umiltà di accettare soluzioni spesso a costo zero  proposte

E qualcuno ha pure detto: “Ma non ne abbiamo già parlato a giugno di sicurezza?” Sì …parlato, ma i problemi sono ancora lì.

Noi ne vogliamo ri-parlare non tanto perché siamo fissati sulla sicurezza, perché ci porta consenso, ma perchè giriamo la città  e vediamolo stupro quotidiano che riceve.

La Nostra potrebbe essere una visione di parte, allora sentiremo le cose chi ogni giorno vive sulla propria pelle la situazione, dagli operatori alle forze dell’ordine che non finiremo mai di ringraziare.

Voglio ricordare però che a giugno presi una piantina  di Pisa e evidenziai con un pennarello tutte le zone attenzionate dal  “Patto per Pisa sicura” …era tutto nero alla fine.. il fallimento è palese e resta tutto nero

Le mie discussioni con il Prefetto informali e istituzionali sono ben note, ci siamo scontrati sulle azioni da prendere, sulla militarizzazione della città sventolata quasi come una minaccia,…ben venga invece se risolve! 

Visioni diverse su Piazza Cavalieri, come sulla zona Stazione passando da Vettovaglie, del resto è la visione che ha il Governo centrale, di cui la Prefettura è estensione, che contestiamo…ora sembra che l’unica arma che abbiamo sia rivolgersi a “Striscia la Notizia”…come ha detto lui.

Ci dice che non siamo in emergenza , ma cosa deve succedere ancora per esserlo? Mia figlia e sua figlia devono poter usufruire della stazione senza problemi… è così?

Ci dice che una commissione ad hoc insegnerà come applicare il DASPO URBANO di Minniti, sul giornale e NON QUI!

Poi andiamo a vedere i dati:

  • 1 reato al giorno? Il numero dei crimini non è allarmante? Forse solo quelli non denunciati!
  • In zona STAZIONE passano 15 milioni di persone, diciamo 1 milione al mese e nelle ultimi 2 mesi ci  dice che sono state controllate 200 persone…..Vale a dire lo 0,01 % di controllati sulle presenze di 2 milioni!
  • Non sono state riscontrate lamentele da parte delle associazioni di categoria?
  • ECCELLENZA NOI SIAMO QUELLO CHE STRISCIA FA VEDERE!
  • Viene da chiedersi se lei a Lucca

Visto che poi dobbiamo dire che cosa possiamo fare NOI, penso che  come amministrazione comunale di armi ne abbiamo eccome…possiamo e dobbiamo fare molto di più….Sempre se c’è la volontà…

Il PD –DP  si è limitato ad approvare ODG disattesi e ad affondarne altri,  e visto che se non hai soluzioni fai parte del problema …di soluzioni  ne abbiamo prospettate molte in questi anni

Ecco perché non ci stanchiamo di riproporre ancora  il  “pacchetto sicurezza” che era nel nostro programma elettorale, pensato con ben 5 anni di anticipo:

  1. riorganizzazione per funzioni della polizia municipale aumento numero degli agenti di Polizia Municipale attraverso mobilità interna del personale e mobilità di funzioni
  2. si chiedeva NUOVO REGOLAMENTO POLIZIA MUNICIPALE come indicato in ODG del 22 dicembre 2013   nel quale si chiedeva anche NUOVO REGOLAMENTO DEL RUMORE che penso possa servire
  3. sempre dallo stesso ODG si chiedeva l’ istituzione di un numero verde per chiamare i vigili …i numeri non li sa nessuno! Non costa nulla!
  4. rafforzamento, anzi ricostruzione dell'immagine del vigile urbano
  5. dotazioni per i vigili come spray urticante e  mazzetta distanziatrice
  6. rafforzamento del vigile di quartiere
  7. Sensibilizzare i “vigilini”, così che siano tenuti a segnalare situazioni di illegalità, degrado ed abbandono riscontrate durante il proprio servizio, fungendo da vere e proprie sentinelle di legalità.
  8. Riappropriazione degli spazi e con questa si apre un nuovo capitolo …non si sa che fine abbia fatto  lo sbandierato “Regolamento dei beni comuni”… troppo bello e democratico da attuare?

Noi che amiamo questa città vi preghiamo di avere  il coraggio di fare scelte dure e decise.

Lo avete o no il coraggio?

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza in Consiglio Comunale: il commento di Nerini (Nap)

PisaToday è in caricamento