Cronaca

Sicurezza in Valdera, Fratelli d'Italia: "Non possiamo tollerare tagli"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Negli ultimi mesi il problema della sicurezza su tutto il territorio della Valdera è sempre più grave a tal punto che in molti casi i cittadini ormai esausti evitano anche di presentare denunce.

Ad aggravare ancora di più questa situazione di insicurezza diffusa e reale vi è anche il comportamento delle Istituzioni che a parole professano di voler garantire la sicurezza e poi con i fatti fanno tutto l’opposto.

Ne è la riprova più lampante la scelta fatta dal Questore che ha disposto che sia possibile chiudere i Commissariati nel caso in cui si verifichino improvvise e imprevedibili assenze, peccato che queste improvvise e imprevedibili assenze sono diventate una costante a tal punto che il Commissariato di Pontedera è già da settimane che ha una apertura saltuaria durante i giorni festivi. Infatti i poveri poliziotti di turno devono scegliere se tenere aperto o operare sul territorio perché sono in numero inadeguato a fare entrambe le cose. Il tutto causando pesanti disagi ai cittadini e un acuirsi della insicurezza già così diffusa sul territorio.

Eppure basterebbe poco per risolvere alcuni problemi causati da questa scellerata scelta, in primis l’installazione di un commutatore al citofono allacciato alla Questura di Pisa, in modo da garantire al cittadino che dall’altra parte del citofono vi sia un operatore di Polizia che gli risponda e non come ora dove il campanello suona a vuoto e il cittadino viene lasciato in balia delle sue richieste e dei suoi problemi.

Ed i Sindaci della zona sempre pronti ad scagliarsi contro tutto e tutti per difendere i politicaly correct e i buon pensanti di sinistra che fanno? Nulla, chiusi come sono nelle loro stanze a inventarsi nuove scuse e nuove promesse per la ormai imminente campagna elettorale.

Per questo invitiamo i Sindaci di tutta la Valdera a una mobilitazione perché il Questore ripristini il numero minimo di Poliziotti necessari a garantire l’apertura del Commissariato di Pontedera e venga immediatamente installato il commutatore al citofono.

MATTEO ARCENNI - MATTEO BAGNOLI
FRATELLI D’ITALIA

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza in Valdera, Fratelli d'Italia: "Non possiamo tollerare tagli"

PisaToday è in caricamento