Cronaca

Sicurezza: da Pisa l'impulso Anci per la legge sulle città con fisionomia metropolitana

Si terrà il 25 febbraio il convegno con il viceministro all'Interno Filippo Bubbico. I sindaci chiedono strumenti per favorire la convivenza civile e contrastare il degrado

Dall'ultimo allarme per la sicurezza lanciato con la recente lettera del sindaco Filippeschi ad Alfano, a seguito della preoccupante relazione del presidente del Tribunale di Pisa sullo stato della criminalità in città, niente è cambiato. Si muovono però le istanze dei sindaci, che con l'Anci chiedono un passo avanti per l'attribuzione ai Comuni di strumenti utili a tutelare i propri territori. E' questo il tema del convegno 'La nuova legge sulla sicurezza urbana e le ricadute sulle città con funzioni metropolitane', previsto proprio a Pisa il 25 febbraio prossimo (ore 10.30 Sala del Consiglio-Palazzo dei Dodici), con ospite su tutti il viceministro all'Interno Filippo Bubbico.

L'obiettivo è quello di sveltire le pratiche del disegno di legge Alfano, che al suo interno pone le normative necessarie per riconoscere alle città con peculiari condizioni (università, infrastrutture, turismo) le basi per rispondere alle necessità di regolamentazione sulla sicurezza. "E' importante - spiega il sindaco Marco Filippeschi - che questa iniziativa parta da una città simbolo come Pisa, che ha tutti gli elementi tipici di quelle aree che non sono città metropolitane ma che ne hanno la fisionomia. E le problematiche. La legge che vogliamo far avviare in tempi brevi, nel suo testo già a grandi linee pronto e ben valutato dall'Anci, collega la questione sicurezza con la vivibilità ed il decoro, le riqualificazioni delle aree degradate con il contrasto alla marginalità sociale ed il rispetto delle regole di convivenza civile".

Nel merito Filippeschi spiega che "si da più potere di ordinanza ai sindaci, potere limitato in precedenza dalla Corte Costituzionale non perché sbagliato ma perché non c'era una legge che definisse i suoi termini. E' questa. C'è un rafforzamento contro gli esercizi pubblici che transigono le norme stabilite, fino alla sospensione delle licenze e sanzioni gravi. Il potere di ordinanza sarà più ampio contro parcheggiatori abusivi, previsti come fattispecie; contro accattonaggio invasivo e vessatorio; sul decoro degli spazi pubblici. Saranno date alcune competenze al Giudice di Pace per velocizzare giudizi. Insomma tutto ciò che vediamo ogni giorno ma che il legislatore ancora non aveva considerato".

Al pari si chiede di attivare un monitoraggio presso tutte le città interessate. Sono coinvolti tutti gli attori della città: "Al convegno - conclude Filippeschi - ci saranno le associazioni delle imprese, le comunità di migranti, tutto il tessuto cittadino interessato. Ci sarà il sindaco di Prato Matteo Biffoni che ha la delega all'immigrazione, deve confermare poi Luigi De Magistris per il lato sicurezza. Mi piacerebbe venisse anche Alfano stesso, che aveva promesso una sua visita. Ma comunque sarà importante sentire le risposte del viceministro Bubbico".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza: da Pisa l'impulso Anci per la legge sulle città con fisionomia metropolitana

PisaToday è in caricamento