Cronaca Piazza dei Miracoli

Percorso turistico, le guide soddisfatte: "Più forze dell'ordine, ma non bisogna mollare la presa"

La presidente di Confguide Silvia Piccini, che tempo fa aveva denunciato la situazione dell'area monumentale tra scippi e abusivi, apprezza gli sforzi per migliorare la vivibilità della piazza con un maggior dispiegamento di forze dell'ordine

Silvia Piccini con alcuni militari

Un'attenzione diversa: più controlli e maggiore presenza di forze dell'ordine lungo il percorso turistico che conduce a Piazza dei Miracoli. La soddisfazione è espressa direttamente da chi, la Torre, la vive ogni giorno, ovvero Silvia Piccini, presidente di Confguide Confcommercio Pisa. Proprio lei qualche tempo fa ci aveva raccontato la situazione presente in Piazza Duomo, dove tra borseggiatori e venditori abusivi i turisti, e con loro le guide, non avevano vita facile. Ora però la situazione è cambiata: merito di un maggior dispiegamento di forze dell'ordine, che hanno diminuito nettamente la presenza di malviventi e abusivi, come confermato qualche giorno fa dalla stessa Questura di Pisa.

“Sono molto soddisfatta del lavoro che si sta facendo lungo il percorso turistico - afferma Piccini - riscontriamo segnali di approvazione dalle attività commerciali della zona e la presenza significativa sul territorio delle forze armate e delle forze dell'ordine è una efficace rassicurazione per tutti noi. Siamo in presenza di un servizio di vigilanza e di protezione rafforzato lungo il percorso turistico, una sperimentazione in grande stile che ha permesso di fare pulizia e mettere ordine e che sarà ripresa a partire dalla primavera del 2016. Adesso è importante non mollare la presa e continuare a lavorare tutti insieme lungo questa direzione”.

“Non possiamo negare il fatto che ultimamente si registra un'attenzione diversa da parte delle autorità e delle forze dell'ordine lungo il percorso turistico - fa eco il direttore di Confcommercio Pisa Federico Pieragnoli - nessuno ha la bacchetta magica e i problemi sono ancora tutti sul tappeto, come la vicenda degli autobus turistici che eludono la tassa di ingresso, scaricando i turisti nelle zone più diverse della città. Su questo e su molti altri aspetti sono necessari interventi radicali. E' importante adesso non abbassare la guardia, proseguendo incessantemente in questa opera di bonifica che richiederà tempo, impegno, uomini e risorse per dare i frutti sperati”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Percorso turistico, le guide soddisfatte: "Più forze dell'ordine, ma non bisogna mollare la presa"

PisaToday è in caricamento