Cronaca

Sicurezza: Filippeschi incontra Confesercenti, e la Lega lancia accuse

Dopo la scoperta del falso stupro ai danni della giovane pisana, il problema della sicurezza in città resta sempre sotto i riflettori. La Lega: "Filippeschi chieda scusa a Maroni e alle forze dell'ordine per la lettera inviata"

Il sindaco di Pisa Marco Filippeschi

Un incontro per fare il punto della situazione sulla questione sicurezza a Pisa. Questo l'obiettivo della riunione tra il sindaco Marco Filippeschi e una delegazione di Confesercenti. Il fatto che lo stupro della giovane pisana fosse tutta un'invenzione non ha certo calmato le acque e l'associazione ha dato vita ad una petizione per tenere alta l'attenzione sulla questione sicurezza in città, soprattutto nel centro cittadino.

"Ho preso atto della petizione promossa da Confesercenti e abbiamo convenuto sulle iniziative da prendere insieme dopo l’ultimo incontro delle associazioni dei commercianti con il Prefetto - ha affermato dopo l'incontro il primo cittadino - Pisa ha bisogno di un reintegro delle forze dell’ordine, soprattutto in considerazione della crescita dell’economia e dei servizi, per la popolazione che effettivamente vive, lavora e visita la città. E’ questo che la città deve chiedere, e chiederà al governo, per un migliore controllo del territorio in centro storico e nei quartieri". 

"Sulla situazione dell’asse Borgo Stretto-Corso Italia  - ha proseguito il Sindaco - mi sono impegnato ad un approfondimento per misure specifiche e a discutere con le categorie dei provvedimenti che sono allo studio. Già in settimana riceverò una delegazione di operatori di Borgo mettendoli in contatto diretto con le strutture comunali".


Intanto sul sindaco Filippeschi piovono le accuse della Lega Nord. Filippeschi aveva infatti inviato al ministro Maroni una lettera in cui si chiedevano maggiori forze di Polizia, dopo la violenza sessuale alla barista di Borgo Stretto. Dopo la notizia che la storia raccontata dalla giovane agli inquirenti era tutta una finzione, il sindaco aveva comunque affermato che la carenza di forze dell'ordine è un problema presente a prescindere dall'episodio. Secco il commento dei leghisti che criticano il sindaco per il suo attacco a Maroni.  "Filippeschi - afferma in una nota l'europarlamentare e segretario toscano della Lega Nord Claudio Morganti - si assuma le proprie responsabilità e chieda immediatamente scusa alle forze dell'ordine e al ministro Maroni". Per l'europarlamentare "Filippeschi, invece di scrivere sempre letterine in stile natalizio, dovrebbe arricciarsi le maniche e cominciare a lavorare".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza: Filippeschi incontra Confesercenti, e la Lega lancia accuse

PisaToday è in caricamento