Cronaca

Sicurezza, Filippeschi scrive di nuovo ad Alfano: "Città metropolitana, servono più agenti"

Anche nell'ultima assegnazione degli agenti di nuova nomina non ci sarebbe personale per Pisa. Il sindaco scrive al Ministro chiedendo un incontro urgente: "Incisivo il lavoro di Questura e Prefettura, ma la coperta è sempre troppo corta"

Un momento della conferenza stampa di Filippeschi

Il sindaco di Pisa, Marco Filippeschi, torna a scrivere al ministro degli Interni Alfano per chiedere l'assegnazione di nuovo personale di Polizia di Stato. Lo fa con una lettera, la seconda inviata al Ministro dopo quella del 5 agosto scorso. "I sindacati di Polizia - spiega il primo cittadino - fanno sapere che anche questa volta la Questura di Pisa non sarebbe nella tabella di assegnazioni dell'ultimo corso di allievi agenti. Ancora una volta si continua a sottovalutare la nostra  situazione, non tenendo conto di quelle che sono le reali necessità di una città che, per esigenze di sicurezza urbana e per numero di presenze effettive sul territorio, può confrontarsi, in Toscana, solo con Firenze, non certo con città come Lucca o Arezzo".

Filippeschi chiede in particolare che venga rispettato il patto per la sicurezza urbana, firmato alcuni mesi fa da Comune, Provincia, Regione, i vertici della Polizia ed il sottosegretario all'Interno, Domenico Manzione. "Quel patto - afferma Filippeschi - lo ha firmato anche il Governo, che ora deve rispettare l'impegno preso. I numeri riconosciuti in quel patto evidenziano il fatto che a Pisa servirebbero servizi aggiuntivi, come quelli di città effettivamente comparabili con la nostra. Il lavoro di Prefettura e Questura è tanto e incisivo, ma da solo non basta perchè non ci sono abbastanza agenti sul territorio e la coperta è sempre troppo corta. Una situazione che ho descritto senza troppi giri di parole nella lettera che ho inviato ad Alfano, a cui ho anche chiesto un incontro urgente".

Sempre in tema di sicurezza urbana il sindaco si rivolge anche alla Regione per chiedere il finanziamento del 'Progetto Stazione'. "Abbiamo colto la richiesta dell’assessore regionale Vittorio Bugli e abbiamo presentato un progetto concreto e fattibile per riqualificare l'area della Stazione Centrale. C’è il posto fisso di Polizia - sottolinea Marco Filippeschi - c’è il miglioramento della qualità urbana, con il rifacimento di viale Gramsci e aiuti per chi riqualifica i loggiati. Si persegue l’uso del Dopolavoro Ferroviario e degli spazi delle Ferrovie dello Stato per promuovere attività sociali, che avvicinino persone per bene allontanando le presenze negative".

Secondo Filippeschi è necessario, d'intesa con il prefetto, proporre "servizi mirati più intensi e ad orario pieno, destinando investimenti per piazza delle Vettovaglie (per cui esiste già un progetto di riqualificazione che dovrebbe essere realizzato entro la primavera, ndr) e la stazione centrale. Chiediamo servizi dinamici, compresi quelli che impegnano l’Esercito, e anche mirati controlli antiabusivismo nelle vie Vespucci e Colombo. Per questo metteremo a disposizione l’azione prioritaria della Polizia Municipale".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza, Filippeschi scrive di nuovo ad Alfano: "Città metropolitana, servono più agenti"

PisaToday è in caricamento