Sicurezza a Porta a Mare: "Più forze dell'ordine e interventi all'ex vetreria"

La situazione di degrado e furti in zona Corte Sanac è stata affrontata dal Comitato per l'ordine e la sicurezza. Confcommercio: "Passo positivo per sollevare la questione presso le istituzioni"

L'interno dell'ex vetreria Vitarelli

Più attenzione per la sicurezza di Porta a Mare e Corte Sanac, maggiore presenza di forze dell'ordine e interventi di bonifica all'ex fabbricato Vitarelli, luogo di spaccio e illegalità diffusa. E' questo l'indirizzo che interessa ai commercianti della zona espresso nel Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica, organizzato su richiesta di Confcommercio Pisa e svoltosi questa mattina in Prefettura.

"Il fatto che in questa sede istituzionale - ha affermato la presidente Federica Grassini - sia stata affrontata nel dettaglio l'escalation di furti e degrado di Corte Sanac e del quartiere Porta a Mare è di per se un fatto positivo. Se fino ad oggi le istituzioni ignoravano e non consideravano questa zona degna di una particolare attenzione, la recente mobilitazione di commercianti, imprenditori e cittadini ha permesso di sollevare in maniera eclatante la questione".

"Questo non significa automaticamente la soluzione di tutti i problemi - ha ammesso Grassini - ma non possiamo negare che il Comitato per la Sicurezza, presieduto dal Prefetto, qualche impegno lo ha assunto. La zona sarà attenzionata con una presenza più dinamica di forze dell'ordine; non si escludono interventi specifici e blitz per liberare l'ex fabbricato Vitarelli dalla conclamata situazione di degrado sociale in cui versa; si proseguirà nell'opera di persuasione della proprietà affinché si proceda ad una messa in sicurezza dell'intero fabbricato".

"Che le forze dell'ordine siano insufficienti rispetto alle reali esigenze della città è stato riconfermato per l'ennesima volta anche durante questo tavolo - ha concluso la presidente di Confcommercio - ma ciò non è un buon motivo per arrendersi. Come associazione abbiamo ribadito a Prefetto e Sindaco la nostra completa disponibilità a far parte di una delegazione per incontrare personalmente il Ministro degli Interni con la specifica richiesta di più uomini da destinare a Pisa, e anche, in caso di rifiuto, a promuovere azioni congiunte con tutte le istituzioni principali affinchè la sicurezza della città sia adeguatamente garantita".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni comunali a Cascina: è ballottaggio tra Betti e Cosentini

  • Schianto nella notte a San Piero a Grado: muore 26enne

  • Elezioni regionali Toscana 2020, le proiezioni: Giani in vantaggio

  • Elezioni Regionali, Ceccardi sconfitta anche nella sua Cascina

  • Covid a scuola: due classi di licei pisani in quarantena

  • Coronavirus a scuola, tre studenti positivi: quarantena per compagni di classe e insegnanti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento