Sicurezza alla stazione: maggiori controlli nelle ore pomeridiane e notturne

E' quanto ha stabilito il prefetto che ha presieduto un Comitato per l'ordine pubblico dopo la rissa che si è consumata in viale Gramsci. Il Comune vaglia nuove ordinanze

Mirati servizi di controllo del territorio con una maggior copertura della fascia pomeridiana e notturna assicurata dalle forze dell’ordine e dalla Polizia municipale e nuove modalità per accelerare lo scambio di informazioni relative agli episodi che possono far scattare il daspo urbano. E' quanto disposto dal prefetto Giuseppe Castaldo durante il Comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica convocato ieri, giovedì 13 giugno, su richiesta del sindaco di Pisa Michele Conti dopo la rissa che si è consumata in viale Gramsci la sera di martedì e che ha visto il ferimento di due stranieri.

Sicurezza alla stazione, nervo scoperto per i commercianti

“Dopo l’ennesimo episodio di violenza fra extracomunitari nella zona della stazione avevo chiesto al prefetto Giuseppe Castaldo, che ringrazio per la disponibilità e la tempestività, di convocare d’urgenza un Comitato per l’ordine e la sicurezza per coordinare e rafforzare gli sforzi per il controllo del quartiere e in particolare della Galleria Gramsci - spiega il sindaco Conti - alla presenza di tutte le forze di polizia, insieme all’assessore alla Sicurezza Giovanna Bonanno abbiamo fatto delle richieste precise: una maggiore presenza delle forze dell’ordine, che dovranno andare ad aggiungersi a quelle di Polizia Municipale e alle forze di Polizia già presenti, per lavorare in maniera integrata con lo scopo di presidiare costantemente la zona con controlli serrati e identificazione dei soggetti per i quali, qualora ne fossero accertati i presupposti, dovrà essere applicato immediatamente il daspo urbano; l’aumento dei militari dell’Esercito, potenziando la presenza in piazza della Stazione con l’obiettivo di presidiare anche le Gallerie Gramsci; la chiusura immediata del C.a.s. di via Battisti; l’incremento della presenza dell’unità cinofila della Guardia di Finanza, che già sta ottenendo degli ottimi risultati, per il contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti".

"Abbiamo poi illustrato al tavolo la nostra intenzione di emettere nuovamente delle ordinanze sindacali, riferite solamente alla zona della stazione, che prevederanno misure antiseduta, antibivacco e antialcool per limitare la presenza di soggetti che sotto l’effetto di alcool o sostanze creano, già dalle prime ore pomeridiane, gravi problemi di ordine pubblico e sicurezza" aggiunge il sindaco.

Il prefetto oltre al rafforzamento dei controlli, come richiesto dal primo cittadino, ha anche annunciato la definizione di un nuovo protocollo per il controllo di vicinato che sarà presentato per l’adesione a tutte le amministrazioni comunali della provincia di Pisa. "Tale iniziativa, che tiene conto delle recenti istanze provenienti dal territorio, nasce nell’ambito delle politiche di sicurezza partecipata e di cittadinanza attiva, con l’idea di rafforzare ulteriormente la partecipazione civica per prevenire quei fenomeni che turbano l’ordinato vivere civile e generano insicurezza collettiva" spiegano dalla Prefettura.

Potrebbe interessarti

  • Piscine all'aperto a Pisa e provincia: relax, refrigerio e divertimento

  • Cambiare le lenzuola del letto è importante: vi spieghiamo perché

  • Formiche in casa: i rimedi per allontanarle

  • Lavastoviglie pulita e profumata: ecco i nostri consigli

I più letti della settimana

  • Schianto nella notte in superstrada: morti due giovani

  • Autostrada A4, camper tampona un tir: morto 42enne pisano

  • Taglio del nastro per il nuovo supermercato Lidl di Pisa

  • A Cascina inaugurato il punto vendita Bricofer

  • Lavoro: all’Università di Pisa si cerca un tecnologo

  • Scontro auto-camion sull'Arnaccio: conducente incastrato nell'abitacolo

Torna su
PisaToday è in caricamento