Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca Centro Storico / Piazza della Stazione

Crimini in zona stazione, il Silp Cgil: "Serve soluzione urgente, la Polfer non ce la fa"

Il sindacato di Polizia chiede al questore un confronto per affrontare la questione della situazione di degrado e insicurezza presente soprattutto nel quartiere dello scalo ferroviario pisano

La segreteria del Silp Cgil di Pisa interviene sul nodo degrado in alcuni quartieri cittadini, in particolar modo nella zona della stazione ferroviaria, e ha chiesto al questore di procedere ad una mirata riorganizzazione dei servizi in grado di garantire agli operatori di polizia che operano presso la Questura e presso la Sezione Polizia Ferroviaria di Pisa di poter effettuare il proprio servizio di istituto con sicurezza ed efficacia.

"Tale richiesta - fanno sapere dal sindacato di Polizia - si collega all’incontro avuto con il questore Francini poche settimane dopo il suo insediamento a Pisa, nel quale la delegazione provinciale del Silp Cgil gli sottopose un’articolata piattaforma rivendicativa che richiedeva la sua disponibilità ad aprire un confronto con le organizzazioni sindacali e che assicurasse l’incremento di operatori di Polizia nei servizi di prevenzione, considerata anche la continua richiesta di sicurezza che proviene dai cittadini che vivono nelle zone prospicienti la stazione ferroviaria".

"La situazione di degrado e di incidenza della cosiddetta criminalità diffusa riguardo a reati quali spaccio stupefacenti, abusivismo commerciale, borseggi ed altro, che quotidianamente si verificano nelle zone adiacenti lo scalo ferroviario attualmente ricade sostanzialmente sulle 'spalle' della locale Sezione di Polizia Ferroviaria la quale, vista l’esiguità della pianta organica, non è in condizioni tali da poter garantire, da sola, il contrasto ad un esteso fenomeno criminale che circonda lo scalo ferroviario - proseguono dal Silp - i cittadini in un momento storico quale quello attuale caratterizzato da un evidente aumento della percezione di insicurezza pretendono soluzioni definitive".

Da qui un nuovo confronto chiesto al questore Francini sulle richieste avanzate a maggio scorso e che riguardano appunto un potenziamento Volanti 113, riorganizzazione e riqualificazione degli uffici e servizi, piante organiche, operatori di polizia da restituire a compiti ordinari, poliziotto di quartiere.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crimini in zona stazione, il Silp Cgil: "Serve soluzione urgente, la Polfer non ce la fa"

PisaToday è in caricamento