Maratona di Pisa: ci sarà anche Sidy Diallo, il corridore scalzo

Per il 63enne diplomatico francese sarà la 42esima maratona senza scarpe

Sidy Diallo a Montréal il 23 settembre 2018 (foto dal suo blog)

Sfiderà i 42 chilometri di percorso e soprattutto il freddo Sidy Diallo, 63enne diplomatico francese appassionato di running dal 2010 che da 3 anni ha deciso di appendere le scarpe al chiodo, ma continuando a correre: parteciperà alla Maratona di Pisa scalzo

"Ho lavorato in ambasciate e consolati francesi in molti paesi - racconta - come il Nicaragua (1999-2002), Australia (2005-2008) e Stati Uniti (2008-2012). In quest'ultimo periodo ho iniziato a correre. Più recentemente sono stato in Suriname (2016-2018), attualmente abito a Parigi". Un globetrotter anche per le maratone: "Avevo 55 anni quando ho fatto la mia prima maratona nell'ottobre 2010, a Chicago. Finora ho corso un totale di 12 ultramaratone e 176 maratone, tra cui 48 maratone nel 2013 e 5 in Italia: la maratona di San Valentino, la maratona di Treviso, la maratona di Roma, la maratona di Firenze e la maratona di Pisa. Ho fatto maratone e ultramaratone nei 71 paesi dei 7 continenti, cioè anche nell'Antartide, dove ho corso una maratona nel mese di gennaio 2014, poi una ultramaratona nel mese febbraio 2015".

Pisa è un ritorno: per tre anni consecutivi ha partecipato Sidy, nel 2012, nel 2013 e nel 2014. Sempre con le scarpe però. "Il mio obiettivo - dice - è quello di raggiungere, a Pisa, la figura simbolica di 42 maratone senza scarpe, cioè una maratona per ogni chilometro della distanza dell'evento". L'allenamento di certo non gli manca: "Sto correndo a piedi nudi una maratona ogni domenica dallo scorso 9 settembre, in diversi paesi in tutto il mondo. In ordine cronologico: Vilnius (Lituania), Rouen (Francia), Montreal ( Canada), Chisinau (Moldova), Lione (Francia), Metz (Francia), Tolosa (Francia), Rennes (Francia), Costa Azzurra (Francia), Istanbul (Turchia), Bangkok (Tailandia), Panama, Costa Rica e poi la maratona di Malaga (Spagna) domenica scorsa". Sono 14 in 13 settimane. 

E' fiducioso il 63enne: "Le basse temperature previste saranno una vera sfida. Un corpo umano non protetto non può sopravvivere al freddo, perché non è il nostro clima naturale. Sono però quasi certo che ci riuscirò".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ma perché a piedi nudi? Per Sidy correre così è "un viaggio meraviglioso di tutta una vita, una sorta di ritorno a casa, che ci riconnette ai nostri antenati e ci ricorda l'essenziale della nostra esistenza". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni comunali a Cascina: è ballottaggio tra Betti e Cosentini

  • Schianto nella notte a San Piero a Grado: muore 26enne

  • Elezioni regionali Toscana 2020, le proiezioni: Giani in vantaggio

  • Elezioni Regionali, Ceccardi sconfitta anche nella sua Cascina

  • Covid a scuola: due classi di licei pisani in quarantena

  • Coronavirus a scuola, tre studenti positivi: quarantena per compagni di classe e insegnanti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento