Cronaca

Sindacato di Base Cub su vendita handling all'aeroporto di Pisa

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Nei giorni scorsi la Cub aveva chiesto pubblicamente conto a Toscana aeroporti sulle reali intenzioni della società in merito alla gestione degli appalti confermando la notizia della vendita della società Toscana aeroporti Handling.

Ovviamente nessuna risposta.

Mercoledi' prossimo la Cub sarà presente nella commissione consiliare di Pisa con audizione dedicata agli appalti negli aeroporti toscani. Nell'occasione potremo finalmente parlare degli appalti e dei lavoratori impiegati visto che la società non ha fornito alcuna notizia sulla eventuale proroga degli appalti in scadenza a fine mese. La possibilità che si rinvii di poche settimane l'affidamento, con apposita manifestazione di interesse, a una nuova società è tra le ipotesi piu' gettonate, siamo certi che cio' possa accadere con il ripristino dei licenziamenti collettivi sui quali il Governo non ha ancora preso una decisione​ .

Intanto arriva conferma della volontà di Corporacion America di vendere a un privato la società Toscana aeroporti handling, una s\vendita che potrebbe portare utili nelle casse degli azionisti della società dopo il crollo dei ricavi operativi scesi a 40,4 milioni di euro (nel 2019 erano stati 119,7 milioni)

Ma i dati dei primi due mesi del 2020, prima della pandemia, vedono una piccola perdita di passeggeri dello scalo pisano mentre quello fiorentino li aumenta di quasi il 9%. Per​ queste ragioni abbiano denunciato piu' volte la visione fiorentino centrica della società, ma anche della Regione Toscana a e della maggioranza di centro sinistra, interessata a potenziare lo scalo fiorentino anche con la costruzione della nuova Pista di Peretola avversata dalla popolazione locale per il negativo impatto ambientale sul territorio.

Ammontano a ben 10 milioni di euro i soldi destinati dalla Regione Toscana alla società Toscana Aeroporti, questi soldi sono stati concessi, a nostro avviso, senza la dovuta attenzione da parte della Giunta Giani alla tenuta occupazionale nella società e nei suoi stessi appalti. Ci chiediamo allora se non abbia senso richiedere indietro questi soldi pubblici a una società che oggi decide di vendere la società dell'handling preparandosi poi ad appalti al ribasso che sancirebbero tagli occupazionali.

E trattandosi di privato potrebbero non esserci le clausole sociali a tutela del personale , il rischio che i nuovi arrivati attuino tagli orari e contrattuali o riduzione dei posti di lavoro è sempre piu' concreto.

Esprimiamo solidarietà ai lavoratori e alle lavoratrici di Toscana aeroporti handling e siamo certi che la vendita della società sia solo l'inizio di una feroce ristrutturazione con l'intento di tagliare tanti posti di lavoro.

E di fronte a queste ipotesi occorre consapevolezza degli scenari attuali e futuri e unità tra tutti i lavoratori e i sindacati perchè l'attacco ai posti di lavoro riguarda tutti\e.

Sindacato di Base Cub Pisa

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sindacato di Base Cub su vendita handling all'aeroporto di Pisa

PisaToday è in caricamento