Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca

Afghanistan, i sindaci pisani del Pd pronti ad accogliere i profughi

I primi cittadini si dichiarano disponibili a fare ognuno la propria parte per supportare la popolazione colpita dal ritorno al potere dei talebani

Kabul, 17 agosto 2021. Foto Ansa/Epa

Sono pronti a tendere la mano all'Afghanistan e ad accogliere i profughi dopo il ritorno al potere dei talebani. I sindaci del Pd della provincia di Pisa in una nota annunciano la loro piena disponibilità ad aiutare. Da Bientina a Peccioli, passando per San Miniato e Cascina fino ad arrivare a San Giuliano Terme, i primi cittadini ci sono. "Rispondendo all’appello alla mobilitazione del nostro segretario nazionale e a quelli lanciati da tante Ong, organizzazioni, reti civiche e istituzionali, a partire dall’ANCI e dal Consiglio Regionale della Toscana, come sindaci e amministrazioni di area PD della provincia di Pisa sentiamo il dovere e la responsabilità di fare fino in fondo la nostra parte rispetto al dramma che stanno vivendo tante donne, bambini e profughi in fuga dall'Afghanistan - affermano - saremo pronti ad accoglierli nei modi e nei tempi che le sedi e i soggetti istituzionali e civili preposti definiranno".

"Se da un lato drammi umanitari del genere possono essere affrontati solo in un quadro internazionale di impegno corale e condiviso che veda anzitutto l’Europa protagonista, dall’altro nessuno sforzo può essere sufficiente se poi chi concretamente governa i singoli territori e le singole comunità non risulta in grado di reggere l’impegno richiesto e necessario - proseguono i sindaci - il territorio pisano ha una storia di accoglienza e di integrazione che noi onoreremo anche così. Come comunità democratica riteniamo questo un impegno assolutamente coerente con i nostri valori ma soprattutto un compito e un contributo doveroso verso un dramma immane che coinvolge la vita di tante donne, bambini e uomini che in queste ore sono costretti a subire violenze e soprusi inaccettabili e che vedono messi in discussione i loro diritti fondamentali".

Di seguito i firmatari:

Bientina - Sindaco Dario Carmassi
Buti - Sindaco Alessio Lari
Calci- Vicesindaca Valetina Ricotta
Calcinaia - Sindaco Cristiano Alderigi
Capannoli - Sindaca Arianna Cecchini
Casciana Terme Lari - Sindaco Mirko Terreni
Cascina - Sindaco Michelangelo Betti
Castelfranco di sotto - Sindaco Gabriele Toti
Crespina Lorenzana - Sindaco Thomas D'addona
Fauglia - Sindaco Alberto Lenzi
Lajatico - Sindaco Alessio Barbafieri
Montecatini Valdicecina - Sindaco Sandro Cerri
Montescudaio- Sindaca Simona Fedeli
Monteverdi Marittimo - Sindaco Francesco Govi
Montopoli Valdarno - Sindaco Giovanni Capecchi
Palaia - Sindaco Marco Gherardini
Peccioli - Sindaco Renzo Macelloni
Ponsacco - Sindaca Francesca Brogi
Pontedera - Sindaco Matteo Franconi
San Giuliano Terme - Sindaco Sergio Di Maio 
San Miniato - Sindaco Simone Giglioli
Santa Croce sull’Arno- Sindaca Giulia Deidda
Santa Luce - Sindaca Giamila Carli
Terricciola- Sindaco Mirko Bini
Vecchiano- Sindaco Massimiliano Angori
Vicopisano- Sindaco Matteo Ferrucci
Volterra- Sindaco Giacomo Santi

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Afghanistan, i sindaci pisani del Pd pronti ad accogliere i profughi

PisaToday è in caricamento