Cronaca Centro Storico

Sinistra per...: "Azione alla mensa di via Martiri per iniziare a coinvolgere gli studenti sulla data di mobilitazione nazionale dell'11 luglio"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Oggi con questa azione alla mensa di via Martiri vogliamo porre agli studenti e alla città la condizione di un'intera generazione e segnalare un'importante scadenza di mobilitazione su cui puntare. L’11 luglio i primi ministri europei si troveranno a Torino per un vertice sulla disoccupazione giovanile. Inutile aggiungere altro in un paese in cui, secondo l'ultima rilevazione Istat, il 46% della popolazione under 30 non ha un lavoro (61% nel mezzogiorno) e in generale i disoccupati ammontano a 3,5 milioni.

Le misure che fin’ora sono state adottate dai governi europei agiscono tutte secondo l’idea che aumentando la flessibilità del lavoro sia possibile creare occupazione, ma portano soltanto a un aumento della precarietà e dello sfruttamento. Il dibattito pubblico rischia di cadere in uno schema distruttivo per un'intera generazione.

Il governo Renzi è in perfetta continuità con queste politiche di “austerità espansiva”. Con il Decreto Poletti e il Jobs Act l'Italia – che da luglio avrà la presidenza del semestre europeo – lancia un chiaro segnale rispetto a come affrontare la disoccupazione: più precarietà e meno tutele per tutti.

Chi si confronta ogni giorno con gli effetti della precarietà non può accettare che vengano prese decisioni sulla testa di milioni di persone da parte di pochi, chiusi in un palazzo impermeabile e senza consultare i diretti interessati. All’arroganza dei potenti d' Europa intendiamo rispondere con una mobilitazione ampia, partecipata, che sappia ribaltare l’agenda della politica europea e costruire una controproposta basata su investimenti in formazione e Ricerca&Sviluppo, reddito e salario minimo, un modello di sviluppo sostenibile.

Nella nostra città si sta formando un coordinamento di forze diverse che guarda a quella data, “Pisa verso l'11 luglio”. Intendiamo stare dentro questo percorso e animarlo  a partire dagli appuntamenti già calendarizzati: nella settimana di mobilitazione nazionale (23-29 giugno) saremo sul territorio con iniziative di dibattito e di azione per costruire un percorso reale verso il vertice europeo: l'11 luglio saremo a Torino per esprimere il nostro dissenso e porre le basi di un Semestre sociale dei movimenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sinistra per...: "Azione alla mensa di via Martiri per iniziare a coinvolgere gli studenti sulla data di mobilitazione nazionale dell'11 luglio"

PisaToday è in caricamento