rotate-mobile
Lunedì, 26 Febbraio 2024
Cronaca Barbaricina / Via Alessandro Borodin

Vandali alle scuole 'Toti': trovata la sistemazione provvisoria per gli alunni

I 245 studenti verranno ripartiti tra quattro istituti scolastici. I genitori sono stati avvertiti singolarmente della nuova collocazione dei figli. Nei prossimi giorni verrà istituito un servizio di scuolabus

Rientreranno in classe già oggi, mercoledì 9 aprile, gli alunni della scuola 'Toti' di Barbaricina, colpita dal doppio raid vandaico che ha messo fuori uso la struttura. Trovate infatti le sedi alternative e provvisorie per garantire ai 245 studenti (questo il numero esatto) la continuità didattica. Le lezioni riprenderanno dunque immediatamente. 

In particolare, fanno sapere dalla direzione scolastica del Comprensivo 'Toniolo' che gli studenti verranno così ripartiti:
N° 99 alunni alla scuola secondaria 'Toniolo' sede centrale, via Qualquonia n.5
N° 42 alunni alla scuola primaria 'Cambini', via Niosi n.4
N° 70 alunni alla scuola primaria 'Biagi', via Conte Fazio
N° 34 alunni alla scuola primaria 'Novelli', via Cilea n.3

Le famiglie sono state contattate singolarmente per comunicare la nuova sede. Oggi gli studenti si recheranno nelle sedi provvisorie autonomamente. Verrà chiesto  ai genitori di comunicare le eventuali difficoltà nell'accompagnamento ed in base alle richieste verranno organizzati gli scuolabus per i prossimi giorni.

REGIONE TOSCANA. Intanto dalla Regione Toscana vengono espressi sconcerto e vicinanza agli studenti dall'assessore regionale all'istruzione Emmanuele Bobbio. L'assessore si dice convinto che gli autori di un gesto così grave saranno presto individuati e puniti.
Per l'assessore, che in Regione si occupa non solo di istruzione ma anche di formazione, si tratta di un gesto assolutamente da condannare che è allo stesso tempo espressione di un disagio, a cui occorre rispondere cercando di creare un rapporto diverso tra la scuola e i ragazzi che sempre più spesso sono protagonisti di atti di violenza e bullismo. "Sono atti che creano una ferita grave nel sistema scolastico - aggiunge l'assessore - e con cui alcuni studenti provocano non solo danni ai propri amici e compagni ma minano il proprio futuro. E' scontato - conclude - che i colpevoli, una volta individuati, dovranno ripagare in solido i danni materiali subiti dalla scuola".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vandali alle scuole 'Toti': trovata la sistemazione provvisoria per gli alunni

PisaToday è in caricamento