rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca Centro Storico

Rifiuti, inchiesta Cermec: rinvio a giudizio per l'assessore Picchi

L'assessore all'ambiente Valter Picchi, indagato nell'inchiesta Cermec dalla procura di Massa che ieri ne ha richiesto il rinvio a giudizio, ha dichiarato di essere pronto dimettersi nel caso venga processato

Ieri la procura di Massa ha richiesto il rinvio a giudizio per l'assessore all'ambiente della Provincia di Pisa  Valter Picchi, indagato nell'inchiesta Cermec. Picchi, qualora il gup accogliesse le tesi dell'accusa, di dice pronto a valutare l'opportunità del dischiudersi di qualunque nuovo scenario, relativamente al suo incarico istituzionale. Ovvero è pronto a dimettersi se dovesse essere chiamato a difendersi in un processo.

"Purtroppo ancora una volta le 'notifiche' avvengono prima a mezzo stampa - ha dichiarato Picchi - Non nascondo grande stupore e vivo disappunto,  convinto come ero e sono di avere agito sempre correttamente e che non vi fossero, nelle carte processuali che ho esaminato, elementi tali da sostenere un'accusa in giudizio. Neppure capisco perché quanto avevo messo in evidenza in una puntuale memoria non sia stato preso in considerazione".

"Chiederò, nell'udienza preliminare, al giudice - conclude l'assessore -  di essere interrogato, pronto a rispondere a tutte le domande che mi si vorrà porre da parte di chi vorrà".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti, inchiesta Cermec: rinvio a giudizio per l'assessore Picchi

PisaToday è in caricamento