Cronaca

'Sciopero' del tifo, Pisa 1909: "Ancora un campo neutrale, ma non sarà un alibi"

La società nerazzurra si mostra dispiaciuta per la decisione dei tifosi di entrare sugli spalti al 53° minuto della gara casalinga contro la Salernitana, "la prima di sei battaglie fondamentali"

La società Ac Pisa 1909 risponde ai gruppi organizzati della Curva Nord che in un comunicato chiedevano alla città di capire e condividere la protesta che stanno portando avanti per i daspo arrivati ai tifosi in seguito ai disordini di Pisa-Brescia.

"Abbiamo letto con attenzione il comunicato dei gruppi della Curva Nord - si legge in una nota della società nerazzurra - rispettiamo e comprendiamo questa decisione dolorosa per loro ma anche per noi che in questo momento ci stiamo giocando una ‘sopravvivenza sportiva’. Sabato avremmo dovuto giocare all’Arena Garibaldi la prima di 6 battaglie fondamentali da vincere tutti insieme. Purtroppo ancora una volta non sarà così. Avremo un campo di battaglia più neutrale, ma non ne faremo un alibi".
"Come già detto proveremo a guadagnarci i punti che ci separano da un traguardo importantissimo lottando fino all’ultimo secondo dell’ultima partita!" concludono dall'Ac Pisa 1909.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Sciopero' del tifo, Pisa 1909: "Ancora un campo neutrale, ma non sarà un alibi"

PisaToday è in caricamento