Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Strade cittadine dissestate, UDC attacca il Comune: "Che fine fanno i soldi delle multe?"

Dal Comitato comunale Udc una forte critica sull'impiego dei soldi pubblici ricavati dalle multe cittadine, che non verrebbero riutilizzati nella manutenzione delle strade

Le multe non sono solo creano fastidi e problemi nel momento in cui si prendono, ma anche dopo, quando ci chiediamo dove vadano a finire i soldi che ci vengono detratti e in che modo vengono utilizzati dal Comune. A rincarare la dose di domande ci pensa il Comitato Udc con una forte critica nei confronti dell'amministrazione comunale, che non impiegeherebbe tutti i soldi "previsti dalla legge" nella manutenzione delle strade cittadine.

"Passeggiando per Pisa - scrivono dal Comitato Udc - ci domandiamo come sia possibile che le strade siano lasciate in questo stato di abbandono. La legge italiana obbliga i Comuni ad utilizzare il 25% del totale delle multe nella manutenzione delle strade per ncrementare la sicurezza dei cittadini siano essi pedoni, automobilisti, motociclisti o ciclisti. Qualcuno potrebbe anche rispondere che non vengono effettuati i lavori perché l’importo che il Comune incassa dalle violazioni al codice della strada è inferiore a quello che la legge prevede, ma non è così".

"Da una classifica pubblicata dal Sole 24 Ore del 2009 - continuano a spiegare dal Comitato -  si evince che Pisa è all’8ª posizione su 105 capoluoghi, con un tesoretto di 7,37 milioni di euro di contravvenzioni ed una quota pro-capite di 84 euro circa. Ed anche i dati del 2008 non differiscono molto, in quanto addirittura erano 10 i milioni di euro relativi alle sanzioni nell'ingresso alla Ztl senza regolare permesso. Poi c'è da dire che con la Ztl notturna estiva sui lungarni, il Comune ha incassato nel 2011 più di mezzo milione di euro; mentre quella complessiva, da inizio anno a fine Settembre del 2011, ha fatto incassare più di 7 milioni".

Dall'Udc analizzano anche un altro dato pubblicato sempre dal Sole 24 Ore, affermando che nel rapporto multe/imposte (ovvero quanto le multe incidono sul bilancio complessivo), la percentuale nazionale era del 15,1% mentre Pisa è al 17,8%. "Un fiume di denaro che vorremmo sapere come viene utilizzato - concludono - visto lo stato in cui versano le nostre strade. Speriamo che il Comune vorrà dare delle risposte ogni singolo cittadino, pedone, ciclista, automobilista, ma anche disabile, mamma e papà che quotidianamente devono transitare per la città".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strade cittadine dissestate, UDC attacca il Comune: "Che fine fanno i soldi delle multe?"

PisaToday è in caricamento