Cronaca

Solventi nella fognatura a Pontedera, nuove maleodoranze: "Sversati nelle caditoie"

L'Arpat spiega gli esiti degli accertamenti effettuati e invita il Comune a controllare. Una nuova segnalazione di cattivi odori è stata fatta lo scorso 3 aprile

Immagine di archivio

Un allarme fuga di gas, con tanto di strade e negozi chiusi, che poi si rivelò essere un caso di forti maleodoranze. Succedeva questo lo scorso 6 febbraio, in zona Oltrera a Pontedera. Sul posto erano intervenuti i Vigili del Fuoco, insieme ai tecnici di Acque Spa di Toscana Gas, che al termine dei primi accertamenti avevano ipotizzato lo sversamento di materiali solventi o vernici.

L'ipotesi è confermata dall'indagine condotta dall'Arpat, che presume sia stato "diluente sintetico per vernici utilizzato presumibilmente nelle autocarrozzerie". Inoltre secondo l'ente i riscontri portano a pensare che lo sversamento sia avvenuto direttamente in caditoia, in una zona precisa, con l'aggravante che la pratica scorretta sia stata ripetuta nei giorni scorsi date una nuova segnalazione dai residenti di maleodoranze simili avvenuta lo scorso 3 aprile. 

"Nel tratto fognario terminale dove sono situate le pompe di sollevamento - spiega l'Arpat - si percepiva chiaramente odore di solventi. E' stato quindi effettuato un campione di acqua nel pozzetto immediatamente a monte del sollevamento. Il sopralluogo è proseguito ispezionando i tombini posti in via Vittorio Veneto a nord ed a sud del sollevamento, senza percepire l'odore di soventi. I tecnici di Acque hanno fatto notare che gli scaricatori sono situati sul terminale di un fosso tombato identificato come Fosso della Maltagliata, la cui provenienza è perpendicolare a Via Veneto (est). L'ispezione dei tombini, che seguono il percorso del Fosso della Maltagliata è proseguita fino a via De Nicola, e seguendo l'odore i tecnici sono arrivati all'altezza del numero civico 84, dove non era più presente la traccia olfattiva".

Le analisi di laboratorio sul campione hanno trovato la presenza di idrocarburi sia pesanti che volatili, di solventi aromatici e composti alogenati volatili, facendo appunto pensare a diluenti per vernici usati nelle carrozzerie. "A monte della fognatura di via De Nicola numero civico 84 - prosegue Arpat - non è stata trovata alcuna attività produttiva che possa ragionevolmente utilizzare tali prodotti. Pertanto Arpat ha chiesto ad Acque spa di verificare se risultassero presenti allacci alla fognatura in questione, soprattutto di attività di quella tipologia ed in generale di attività produttive, ma in questi giorni la suddetta società ha comunicato che non risultano allacci del genere".

Probabilmente quindi pare possa trattarsi di un privato cittadino: "L'ipotesi plausibile - conclude l'ente - a questo punto è che si sia trattato di uno sversamento nelle caditoie della fognatura, peratro risultano segnalazioni di cittadini che dichiarano che l'odore di solventi era percepito anche in precedenza nella stessa zona. E' stato quindi richiesto al Comune di effettuare una opportuna vigilanza sul territorio attraverso la polizia municipale". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Solventi nella fognatura a Pontedera, nuove maleodoranze: "Sversati nelle caditoie"

PisaToday è in caricamento