Cronaca Centro Storico

Sospeso il divieto di transito alle bici in Piazza dei Miracoli

Il Consiglio Comunale l'assessore Dringoli, al question time di Auletta (Diritti in Comune), ha risposto che l'ordinanza non è più operativa

Aveva fatto discutere la decisione dell'amministrazione di Pisa di vietare il transito alle biciclette in Piazza dei Miracoli. Oggi, 6 luglio, durante il Consiglio Comunale, l'assessore all'urbanistica e mobilità Massimo Dringoli ha risposto ad un question time del consigliere di Diritti in Comune Francesco Auletta, confermando che l'operatività dell'ordinanza è stata sospesa

"La motivazione dell'ordinanza - ha detto Dringoli - è esclusivamente dovuta all'equiparazione che la legge fa fra bicicliette e monopattini elettrici. I monopattini possono essere controllati, in sicurezza, sono con lo sharing. Perché in quel caso la velocità viene limitata o annullata automaticamente in certe zone. Quelli di proprietà, senza poi targa, non sono controllabili. E sono oggettivamente pericolosi". "Si sa benissimo - ha continuato - che in bicicletta si può andare in Piazza del Duomo, specialmente ora, senza nessun rischio. Bisogna però trovare il modo di differenziare il traffico delle bici dai monopattini, la legge sembra che non lo consenta. La sospensione è giustificata dal fatto che si vuole approfondire questo tema".

Se non sarà possibile prevedere norme specifiche "una soluzione potrebbe essere quella di istituire anche in Piazza del Duomo una corsia ciclabile, in cui potranno andare anche i monopattini. Ci sarà senz'altro meno rischio per i turisti che affolleranno il resto della piazza". L'ordinanza quindi "è sospesa per il momento, in attesa di vedere se si potrà ritirarla e farne una nuova o comunque realizzare quello che noi vorremmo, cioè fare in modo che non ci sia rischio per i turisti, non da parte delle bici ma da parte dei monopattini". 

Auletta in una nota commenta: "Non è la prima volta che si tenta di limitare il transito nella Piazza, ma anche questa volta la forza della ragione di chi sostiene che la Piazza deve restare parte della città e dei suoi abitanti ha fortunatamente prevalso. Insieme alle associazioni ambientaliste, in particolare la Fiab Pisa, abbiamo ribadito le tante ragioni contro questa scelta folle, su tutte il pericolo che avrebbero corso i ciclisti (bambini in particolare) cercando alternative in via Contessa Matilde e in via Bonanno Pisano. Si tratta di una nuova importante vittoria che ribadisce come Piazza dei Miracoli, nonostante tutte le indiscusse particolarità derivanti la suo pregio ineguagliabile, deve rimanere un patrimonio di tutta la città in cui tante persone diverse, siano essi turisti, lavoratori, studenti, bambini, pedoni, ciclisti, si possono incontrare e convivere nel rispetto reciproco, mantenendo così la sua splendida autenticità. Le esclusioni e le Zone Rosse non sono mai la scelta giusta".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sospeso il divieto di transito alle bici in Piazza dei Miracoli

PisaToday è in caricamento