Sosta e viabilità a Pisa: Tirrenica Mobilità cresce ancora puntando su giovani e donne

Bilancio positivo e nuove cariche sociali per l'importante azienda pisana nata nel 2014. Il presidente Gabriele Vannucci: "Guardiamo al futuro con entusiasmo e voglia di crescere"

Gabriele Vannucci, presidente di Tirrenica Mobilità

Circa 120 dipendenti, di cui un’ottantina impiegati a Pisa. Un fatturato in crescita costante da anni confermato anche nell’ultimo bilancio da poco approvato. E la voglia di crescere ancora puntando su giovani e donne. E’ Tirrenica Mobilità, l'azienda pisana, nata nel 2014, che gestisce circa 35mila stalli a pagamento e 500 parcometri tra le province di Lucca, Livorno, Verona e Pisa. Una città, quest’ultima, dove gestisce la sosta per conto di Pisamo, oltre che i servizi di biglietteria e steward del Pisamover e quelli dei bus turistici dell’area di via Pietrasantina. Abbiamo incontrato il presidente dell’azienda, Gabriele Vannucci, tra i più giovani manager del contesto pisano, per fare un bilancio di questi primi anni di attività e farci raccontare le prospettive future, anche alla luce delle difficoltà create al mondo dell’impresa dalla pandemia legata al Coronavirus.

Presidente, recentemente avete approvato il bilancio del 2019 e contemporaneamente avete rinnovato le cariche sociali. Com'è la situazione?

E' stato un anno positivo. Abbiamo aumentato il fatturato di circa un milione di euro, una crescita in linea con quella degli ultimi anni. Contemporaneamente abbiamo aumentato il patrimonio aziendale portandolo a circa 2 milioni di euro. Questi dati testimoniano come la nostra sia un'azienda in salute. Con l'approvazione del bilancio abbiamo anche rinnovato le cariche sociali: il nostro Consiglio d'amministrazione ha ora una media età di 40 anni ed è composto per quasi la metà da donne. Due fattori, questi, che portano diversi valori aggiunti, tra cui entusiasmo, voglia di crescere e maggior cura dei dettagli, ulteriore stimolo per il mio terzo mandato.

Il 2020 è un anno particolare. Come avete affrontato questo periodo di crisi legata al Coronavirus?

Anche il settore della sosta, come tutti gli altri, è stato fortemente colpito, visto che la mobilità è stata praticamente annullata in tutto il Paese. Grazie a quello che di buono abbiamo fatto in questi anni siamo però riusciti a tutelare i nostri dipendenti, che sono uno degli elementi di forza della nostra azienda, e le loro famiglie, anticipando loro la cassa integrazione e riconoscendogli un 'bonus' aggiuntivo per affrontare questa fase delicata. Penso che si possa uscire da questo periodo rimboccandosi le maniche e continuando a lavorare con concretezza, lasciando da parte le polemiche sterili che leggiamo ogni giorno.

Quali sono le prospettive per il futuro?

Da un lato cercheremo di sviluppare ulteriormente l'azienda. Dall'altro cercheremo di migliorare ancora i servizi offerti con gli appalti in essere.

Quali sono questi appalti?

A Pisa nel mese di giugno ci siamo aggiudicati l'appalto per la gestione della sosta in città per conto di Pisamo. Gestiamo inoltre i servizi di biglietteria e steward del Pisamover, quelli dei bus turistici dell’area di via Pietrasantina e il bike sharing cittadino. Gestiamo poi la sosta a pagamento a Livorno e Lazise, sul Lago di Garda. Per quanto riguarda Lucca abbiamo in concessione i servizi di sosta e vigilanza dei parcheggi dell’Ospedale Versilia. A breve inaugureremo un appalto nel comune di Greve in Chianti. In questo modo i nostri servizi raggiungeranno anche la provincia di Firenze. Saremo quindi presenti nei 4 più importanti capoluoghi toscani.

Qual è il suo giudizio sulla sosta e la mobilità pisana?

Credo siano all'avanguardia. Come servizi resi penso sia una delle migliori in Italia. Basti pensare che tutti i parcometri, grazie ad un sistema di centralizzazione, offrono la possibilità di pagare la sosta tramite carte bancarie o app. Allo stesso modo per quanto riguarda la mobilità sostenibile: si pensi all'importante numero di stazioni di bike sharing e la nuova pista ciclabile per il litorale recentemente inaugurata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Giani annuncia: "Dal 4 dicembre Toscana zona arancione"

  • Coronavirus, il governatore Giani: "Nei prossimi giorni chiederemo di tornare in zona arancione"

  • Commercio in lutto: se ne va Gisberto Moisè, storico pizzaiolo pisano

  • Lutto nel commercio pisano: addio a Roberto Salvini, titolare del bar alle Piagge

  • Più spostamenti in un comune diverso: ordinanza regionale in vista della zona arancione

  • Sciopero in sanità, scuola e trasporti il 25 novembre: orari e modalità

Torna su
PisaToday è in caricamento