rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
Cronaca

Sostegno a domicilio: progetto della Sds Valdera per demenza e dimissioni ospedaliere

Oltre 400mila euro per la realizzazione del progetto

La Società della salute Alta Val di Cecina-Valdera ha ottenuto un finanziamento di 418mila euro per realizzare il progetto 'Sostegno a domicilio bis', destinato a utenti con problemi di demenza o che necessitano di cure particolari dopo la dimissione ospedaliera.
Le risorse sono state assegnate con un decreto della Regione Toscana a valere sul Programma operativo regionale (Por) del Fondo sociale europeo (Fse) 2014-2020.

Il progetto prevede tre diversi tipi interventi: servizi di continuità assistenziale ospedale-territorio; cura e sostegno familiare di persone affette da demenza; ampliamento del servizio di assistenza familiare.

Si tratta di interventi che puntano a rispondere a bisogni assistenziali complessi di pazienti fragili al momento della dimissione ospedaliera e a fornire sostegno a domicilio alle persone con diagnosi di demenza e alle loro famiglie.
Le prestazioni e i servizi erogati attraverso il finanziamento svolgono una funzione aggiuntiva e non sostitutiva rispetto agli ordinari servizi previsti dai livelli essenziali di assistenza.

La Società della salute Alta Val di Cecina-Valdera stima che saranno circa 150 gli utenti che usufruiranno delle misure previste dal progetto, in particolare buoni servizio a domicilio e contributi

Il progetto è stato attivato ad inizio 2023 e resterà attivo fino al 30 giugno 2023.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sostegno a domicilio: progetto della Sds Valdera per demenza e dimissioni ospedaliere

PisaToday è in caricamento