Spaccate ai negozi: "Situazione ormai fuori controllo, necessario un intervento"

Dopo l'ennesimo raid, stavolta in Corte Sanac, ai danni dei negozi, è Confesercenti ad esprimere preoccupazione per il problema sicurezza

La spaccata alla gelateria De' Coltelli di qualche giorno fa

Una situazione che preoccupa. Le spaccate dei negozi, con tombini che vengono scagliati contro le vetrate, si susseguono. L'altra notte sono state due attività della Corte Sanac ad essere colpite. E anche Confesercenti chiede provvedimenti per tutelare i commercianti.
“Ormai la situazione è fuori controllo. Non solo il centro storico, ma anche l’immediata periferia sono ormai in balia delle spaccate. Se non è emergenza questa…”. Non usa mezzi termini il responsabile area pisana di Confesercenti Toscana Nord Simone Romoli per commentate l’ennesimo raid notturno. “Venerdì, su nostra unica richiesta, siamo stati ricevuti dal sindaco Conti, dall’assessore Bonanno, del deputato Ziello e del vicecomandante Tramontana, per fare presente la necessità di un cambio di passo in fatto di sicurezza. Purtroppo il fenomeno è concentrato sempre nelle solite zone e quindi crediamo che i controlli mirati devono partire proprio da queste aree a rischio”. Tra queste Corte Sanac. “A Porta a Mare si trova la nostra sede e quindi già in passato ci siamo spesi in prima persona per portare il nostro supporto alle attività di Corte Sanac. C’è da completare il progetto della videosorveglianza che noi abbiamo sostenuto, grazie anche all’amministratore di condominio del nostro stabile. Avevamo chiesto, e adesso lo ribadiamo, la necessità di una riunione di condominio per Corte Sanac allargata alle associazioni di categoria, all’amministrazione comunale e alla Prefettura per mettere a punto un piano di sicurezza efficace. Purtroppo - conclude il responsabile area pisana di Confesercenti Toscana Nord - il tempo delle parole e degli slogan crediamo sia finito. I commercianti, in questa fase post Covid che ha messo in ginocchio tutti, non hanno certo bisogno di spendere soldi per rimediare ai danni delle spaccate. E non hanno bisogno delle trasmissioni nazionali per risolvere i loro problemi, visto che da quando il caso Corte Sanac è andato su Rete 4, era il 2017, non ci pare sia cambiato niente”.

(nella foto la spaccata alla gelateria De' Coltelli di qualche giorno fa)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Giani annuncia: "Dal 4 dicembre Toscana zona arancione"

  • Coronavirus in Toscana: quasi 1900 nuovi casi e 44 decessi

  • Coronavirus, il governatore Giani: "Nei prossimi giorni chiederemo di tornare in zona arancione"

  • Toscana zona rossa, la denuncia di Confesercenti: "Concorrenza sleale della grande distribuzione"

  • Commercio in lutto: se ne va Gisberto Moisè, storico pizzaiolo pisano

  • Lutto nel commercio pisano: addio a Roberto Salvini, titolare del bar alle Piagge

Torna su
PisaToday è in caricamento