Montescudaio, sorpresi nel bosco con la droga: calci e pugni ai Carabinieri

Protagonisti dell'episodio un 25enne e un minorenne. Alla vista dei militari hanno reagito in modo violento

Violenza e minaccia pubblico ufficiale, detenzione ai fini di spaccio sostanza stupefacente e porto di armi ed oggetti atti ad offendere. E' con queste accuse che nella mattinata di ieri, venerdì 10 agosto, a Montescudaio, i Carabinieri di Guardistallo hanno arrestato un 25enne tunisino. I militari hanno trovato lo straniero, in compagnia di un connazionale minorenne, in un area boschiva spesso frequentata da spacciatori.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Perquisiti d’iniziativa dai militari, sono stati trovati in possesso di 3 coltelli, un bilancino di precisione, 50 euro in banconote di diverso taglio e 3 grammi di hashish. Nel corso dell’attività, i due stranieri hanno tentato di eludere il controllo, sferrando calci e pugni all’indirizzo dei Carabinieri. Dopo le formalità di rito, l’arrestato è stato trattenuto in camera di sicurezza in attesa del rito direttissimo, previsto per sabato mattina in Tribunale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nella sanità pisana e mondiale: è morto il professor Franco Mosca

  • Trovato morto con una freccia di balestra nel petto

  • Coronavirus: ricercatori Aoup svelano una possibile correlazione con l'infiammazione della tiroide

  • Coronavirus: stop alla distribuzione gratuita delle mascherine nelle farmacie

  • Coronavirus in Toscana, 12 nuovi casi: nel pisano 2 positivi in più e nessun decesso

  • Pratale-Don Bosco: muore in casa a 37 anni

Torna su
PisaToday è in caricamento