Montescudaio, sorpresi nel bosco con la droga: calci e pugni ai Carabinieri

Protagonisti dell'episodio un 25enne e un minorenne. Alla vista dei militari hanno reagito in modo violento

Violenza e minaccia pubblico ufficiale, detenzione ai fini di spaccio sostanza stupefacente e porto di armi ed oggetti atti ad offendere. E' con queste accuse che nella mattinata di ieri, venerdì 10 agosto, a Montescudaio, i Carabinieri di Guardistallo hanno arrestato un 25enne tunisino. I militari hanno trovato lo straniero, in compagnia di un connazionale minorenne, in un area boschiva spesso frequentata da spacciatori.

Perquisiti d’iniziativa dai militari, sono stati trovati in possesso di 3 coltelli, un bilancino di precisione, 50 euro in banconote di diverso taglio e 3 grammi di hashish. Nel corso dell’attività, i due stranieri hanno tentato di eludere il controllo, sferrando calci e pugni all’indirizzo dei Carabinieri. Dopo le formalità di rito, l’arrestato è stato trattenuto in camera di sicurezza in attesa del rito direttissimo, previsto per sabato mattina in Tribunale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Toscana: quasi 1900 nuovi casi e 44 decessi

  • Strutture sociosanitarie: focolai in tre centri del pisano

  • Positivo al Covid si barrica nella stanza dell'ospedale Cisanello

  • Toscana zona rossa, la denuncia di Confesercenti: "Concorrenza sleale della grande distribuzione"

  • Coronavirus in Toscana: 2.200 casi, 48 decessi

  • Coronavirus in Toscana, calano i nuovi positivi: sono 1972

Torna su
PisaToday è in caricamento